option
Mi Daypo

Pragmatica e Linguistica Testuale (NUOVO)

COMENTARIOS ESTADÍSTICAS RÉCORDS
REALIZAR TEST
Título del test:
Pragmatica e Linguistica Testuale (NUOVO)

Descripción:
nuovo paniere

Autor:
AVATAR

Fecha de Creación:
22/04/2022

Categoría:
Universidad

Número preguntas: 147
Comparte el test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Comparte el test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Últimos Comentarios
No hay ningún comentario sobre este test.
Temario:
Un dialogo tipico fra cameriere e cliente è un campo indicale un evento performativo un copione una cornice.
”La luna, di giorno, nessuno la guarda”. “La luna” è soggetto comment focus topic.
Il principio di rilevanza è stato formulato da Levinson Sperber e Wilson Austin Grice.
Per i generativisti la forma è indipendente dalla funzione la funzione dipende dalla forma la forma dipende dalla funzione nessuna delle risposte.
Qual è la cornice che si attiva in: “Ieri sono andata a visitare la mostra di Frida Kahlo; per fortuna non c’era coda alla biglietteria ma i depliant erano finiti” deissi artista tentativo museo.
Il concetto di “frame” è stato proposto da Minsky Morris Grice Goffman.
Nel caso della presupposizione Il senso implicito si trova nelle inferenze nel co-testo sul dizionario nel contesto extralinguistico.
Il livello più alto della linguistica testuale è il testo il paragrafo il discorso la frase.
I pronomi dimostrativi possono essere soltanto deittici soltanto anaforici soltanto esoforici sia deittici che anaforici.
Come possiamo decifrare (interpretare) gli atti linguistici? grazie al contesto grazie al contesto, co-testo e alle conoscenze condivise grazie al co-testo grazie alle conoscenze condivise.
La pragmatica eredita il modello di studio della sociolinguistica dell'analisi conversazionale della retorica classica dello strutturalismo.
“Sii pertinente” corrisponde alla massima di modo qualità quantità relazione.
Sono deittici tutt'e tre le risposte soltanto i pronomi dimostrativi soltanto gli avverbi dimostrativi soltanto gli aggettivi dimostrativi.
La sociolinguistica si afferma negli anni 40 negli anni 60 negli anni 30 negli anni 70.
Il fondatore della sociolinguistica è stato Austin Labov Chomsky Grice.
Le allofrasi hanno tratti prosodici identici hanno identico contenuto proposizionale hanno tratti prosodici diversi sono frasi equivalenti in lingue diverse.
Per riferirsi agli elementi testuali presenti nell’universo del discorso, si usa nessuna delle risposte sia mezzi anaforici, sia mezzi deittici solo mezzi anaforici solo mezzi deittici.
L’implicatura conversazionale è staccabile convenzionale determinata cancellabile.
“Oggi il bar è aperto la mattina”. “Oggi” è un elemento deittico illocutorio cataforico anaforico.
Gli aggettivi dimostrativi possono essere sia deittici, sia anaforici nessuna di queste risposte sono sempre deittici sono sempre anaforici.
i dimostrativi possono codificare tutt'e tre le risposte la visibilità la prossimità all'interlocutore la distanza.
I dimostrativi sono spesso diacronicamente collegati al pronome interrogativo all'articolo indeterminativo alle congiunzioni avversative all'articolo determinativo.
“Costassù” è un deittico relativo connettivo anaforico.
Nell’italiano medievale, l’allocutivo cortese era voi la cortesia non veniva codificata linguisticamente lei tu.
I pronomi “lui e lei” non sono mai deittici non sono mai anaforici sono sempre deittici sono a volte deittici.
L’allocuzione è la cortesia linguistica il riferimento linguistico del parlante al suo interlocutore nessuna delle risposte lo scambio comunicativo tipico.
Violare le massime conversazionali di Grice è frequente anomalo infrequente scorretto.
“Qui comincia l’avventura del signor Bonaventura”: “Qui” è un deittico testuale deittico spaziale deittico temporale deittico personale.
“La nave affondò nella notte. Quel disastro fu uno dei più gravi della storia della navigazione”. “ Quel disastro” è un pronome dimostrativo incapsulatore anaforico elemento deittico elemento anaforico.
“Te lo dico per l’ultima volta: no!”. “Lo” è un elemento cataforico elemento anaforico elemento deittico incapsulatore anaforico.
Lo studio della competenza comunicativa considera come unità di analisi l'atto linguistico il discorso l'evento linguistico l'enunciato.
I principi costitutivi di un testo sono l'efficacia e l'effettività la coesione e la coerenza l'intenzionalità e l'intertestualità l'accettabilità e la situazionalità.
Quale di queste caratteristiche rientra fra i principi costitutivi di un testo? l'accettabilità l'intenzionalità nessuna di queste risposte la coesione.
Fra le pro-forme, in italiano, rientrano congiunzioni e preposizioni verbi monovalenti deittici personali pronomi personali, relativi, dimostrativi.
In Italia la sociolinguistica si è affermata grazie a De Mauro Cardona Folena Berruto.
Il topic si può individuare grazie alla struttura sintattica della frase grazie all'ordine dei costituenti grazie al contesto identificando il soggetto.
Un esempio di verbo deittico è correre non esistono verbi deittici promettere venire.
I dati ricavati da interviste sono dei dati elicitati strumentali sperimentali naturalistici.
La dominanza conversazionale può essere quantitativa, interazionale, semantica sociolinguistica, etnolinguistica e comunicativa testuale, frasale, sintattica morfologica, sintattica, discorsiva.
“Buongiorno, vorrei un caffè macchiato”. “Vorrei” è espressione della cortesia positiva un verbo performativo un atto perlocutorio espressione della cortesia negativa.
Nel caso della diglossia, una delle lingue è legata a flussi migratori recenti una lingua è usata soltanto nel parlato formale, l’altra nel parlato informale entrambe le lingue possono essere usate in tutte le situazioni le lingue sono strutturalmente vicine.
Il repertorio linguistico della Sardegna è un caso di plurilinguismo diglossia dilalia bilinguismo.
il code-switching è un cambiamento di canale un messaggio codificato un cambiamento di varietà un cambiamento di registro.
Il code-mixing riguarda Il passaggio da una varietà all’altra in tutte le situazioni Il passaggio da una varietà all’altra nella lingua scritta Il passaggio da una varietà all’altra nel corso di due battute successive Il passaggio da una varietà all’altra nella stessa battuta.
La pragmatica di tipo anglo-americano è di stampo socioculturale- interazionale mette in dubbio la centralità dell'intenzione è di stampo congnitivo-filosofico considera l'intenzione come un costrutto post-factum.
La logica della cortesia di R. Lakoff è ispirata al modello di Sperber e Wilson all'etnometodologia alle massime di Grice non ha nessun precedente nella letteratura.
L’asimmetria nella comunicazione è collegata alle implicature conversazionali alla dominanza e al potere alle intenzioni dei parlanti alle presupposizioni.
“Può ripetere per favore?” è un esempio di strategia di cortesia negativa verbo direttivo implicatura conversazionale strategia di cortesia positiva.
Quale di questi avverbi è deittico? spesso ovunque nessuna delle risposte sempre.
Per produrre la coerenza di un testo, la coesione e la connessità sono sufficienti ma non necessarie sono sufficienti e necessarie sono necessarie ma non sufficienti non sono né sufficienti né necessarie.
Quale dei due è un oggetto dinamico? né il testo né il discorso il discorso il testo sia il testo che il discorso.
Saussure ha definito il segno linguistico come una diade: significante, significato come una diade: referente, significante come una diade: referente, significato come una triade: referente, significante, significato.
un referente testuale non coincide con nessuno dei membri della rappresentazione saussuriana coincide con il "referente" definito da Sassure coincide con il "significato" di Sassure coincide con il "significante" di Sassure.
il principio di pertinenza di Sperber e Wilson approfondisce l'approccio di Grice in chiave sociolinguistica è completamente indipendente dall'approccio di Grice smentisce l'approccio di Grice approfondisce l’approccio di Grice in direzione cognitiva.
la mitigazione è una delle massime di Grice è uno strumento di negoziazione conversazionale è un procedimento sintattico rientra fra i dispositivi di cortesia.
il topic tende a correlare con proprietà formali specifiche non può essere un referente indeterminato tutte e tre le risposte è esterno alla portata della negazione.
la co-costruzione del senso è un concetto derivato dall’analisi conversazionale e dall’etnometodologia da Grice e da Austin dalla filosofia del linguaggio e dalla filosofia analitica dalle implicature e presupposizioni.
il focus è interno alla portata della negazione è derivabile su base sintattica non possiede mai l'accento prosodico è esterno alla portata della negazione.
viene innescata da un elemento linguistico l'inferenza l'intenzionalità operativa la presupposizione l'implicatura conversazionale.
il test per riconoscere una presupposizione è l'implicatura conversazionale una domanda correlata la negazione l'anafora.
il principio di cooperazione è cruciale per le implicature tutt'e tre le risposte la cortesia le presupposizioni.
Il principio di pertinenza si apprende in età prescolare riflette una tendenza innata dipende dalla cultura del parlante dipende dalla sincerità degli interlocutori.
la ritrattabilità è un concetto derivato dall'etnometodologia da Austin da Grice dall'analisi conversazionale.
Per comprendere un testo, il contesto non è importante è importante soltanto per i testi scritti è importante soltanto per i testi orali è essenziale.
la cortesia linguistica usa anche mezzi non linguisticamente codificati riguarda soltanto la deissi sociale l’atteggiamento psicologico nei confronti dell’interlocutore riguarda gli allocutivi.
la linguistica testuale è nata per superare le inadeguatezze dello strutturalismo della sociolinguistica della linguistica frasale della pragmatica linguistica.
l’analisi della conversazione usa fondamentalmente teorie linguistiche la formulazione di un insieme di regole di concatenazione metodi induttivi metodi deduttivi.
l’analisi del discorso cerca fenomeni ricorrenti in conversazioni spontanee tende a prendere in esame un solo testo usa soprattutto metodi induttivi evita la costruzione di una teoria prematura.
Pionieri dell’analisi della conversazione sono stati gli strutturalisti gli etnometodologi i filosofi analitici i filosofi del linguaggio.
il contesto è variabile e negoziabile variabile e non negoziabile invariabile e non negoziabile invariabile ma negoziabile.
nell’analisi della conversazione, le pratiche di glossa sono legate alla trascrizione metacomunicazione cortesia linguistica negoziazione.
per Goffman, la “faccia” è l'aspetto superficiale dell'interazione l'espressione della cortesia linguistica l’immagine pubblica che un partecipante desidera proiettar la logica evidente della conversazione.
I pronomi “io e tu” non sono mai deittici sono a volte deittici sono sempre deittici sono anaforici.
il concetto di “faccia” è stato introdotto d Sperber e Wilson Goffman Austin Grice.
per la deissi spaziale, l’origo coincide con il mittente del messaggio la posizione occupata dall'ascoltatore nessuna di queste risposte la posizione occupata dal parlante.
la componente della lingua più esposta all’influenza di altre lingue è il lessico la morfologia il sistema fonetico la sintassi.
la minima combinazione di parole che funziona come una unità sintattica è il morfema il verbo il sintagma la frase.
la grammatica valenziale è stata elaborata da Tesnière Chomsky Hjelmslev Saussure.
nella grammatica tradizionale, i complementi sono definiti su base sintattica semantica analogica morfologica.
Quale dei seguenti verbi è monovalente? regalare grandinare vendere dormire.
Quale dei seguenti verbi è trivalente? regalare correre nevicare tradurre.
l’unità minima della semantica è il morfo seme lessema lemma.
le reti di parole sono parole che intrattengono fra di loro relazioni paradigmatiche sintattiche sintagmatiche gerarchiche.
i morfi che si inseriscono nella radice si chiamano affissi prefissi infissi suffissi.
volante e macchina si trovano in rapporto di sinonimia omonimia iponimia meronimia.
l’estensione di una parola riguarda la capacità di essere impiegata in situazioni diverse situazioni di omonimia l'insieme di tratti semantici connessi tutti i membri a cui mi posso riferire.
nella sua teoria dei segni, Morris paragona fonetica, morfologia, sintassi semantica, sintassi, pragmatica morfologia, sintassi, pragmatica semantica, lessico, pragmatica.
la pragmatica si occupa della relazione fra i segni e il discorso chi li usa la conversazione il testo.
la pragmatica si occupa del rapporto fra lingua e società del rapporto fra utenti del rapporto fra lingua e contesto della competenza comunicativa dei parlanti.
chi definì per primo la pragmatica? Austin Morris Chomsky Grice.
la struttura sintattica di un enunciato è lineare gerarchica subordinata circolare.
i morfi liberi sono in variazione libera possono ricorrere da soli non possono costituire parola sono allomorfi.
un dialetto è una lingua socialmente "bassa" non è una lingua è una lingua priva di norme è una lingua parlata solo in una determinata regione.
le icone sono motivate analogicamente e non intenzionali motivate naturalmente e intenzionali motivate naturalmente e non intenzionali motivate analogicamente e intenzionali .
per i funzionalisti è forgiato in relazione allo scopo comunicativo serve a esprimere il pensiero dipende dalla struttura profonda dipende dal lessico usato.
la linguistica si colloca a metà strada fra le scienze molli e le scienze dure nessuna di queste risposte è una scienza molle è una scienza dura.
la linguistica è descrittiva è narrativa è normativa è prescrittiva.
I segni sono motivati naturalmente e non intenzionali motivati analogicamente e intenzionali motivati naturalmente e intenzionali non motivati, arbitrari e intenzionali.
Gli indici sono motivati analogicamente e intenzionali motivati naturalmente e intenzionali non motivati, arbitrari e intenzionali motivati naturalmente e non intenzionali.
i simboli sono non motivati, arbitrari e intenzionali motivati analogicamente e intenzionali motivati naturalmente e intenzionali motivati naturalmente e non intenzionali.
Eccezioni all’arbitrarietà onomatopee ed esclamazioni esclamazioni e congiunzioni congiunzioni ed esclamazioni congiunzioni e preposizioni.
Acqua/idrico è un esempio di omonimia suppletivismo allomorfia metonimia.
Quale coppia NON rientra fra le dicotomie saussuriane? competence/performance sintagmatico/paradigmatico langue/parole significante/significato.
chi ha introdotto la distinzione langue/parole? Chomsky Labov Grice Saussure.
Chi ha formulato la distinzione sistema/uso? Chomsky Hjelmslev Saussure Labov.
l’origo è una teoria pragmatica l'origine della teoria di Bhler il centro del campo indicale un avverbio deittico.
il procedimento che permette di indicare i morfemi si chiama morfologia morfematica morfosintassi segmentazione.
I morfemi grammaticali sono costituiti da un solo morfo esprimono un significato lessicale costituiscono una classe aperta costituiscono una classe chiusa.
Gli allomorfi sono morfemi grammaticali morfemi dal significato diverso due o più morfi con lo stesso significato morfemi lessicali.
le variabili sociali sono essenziali per la sociolinguistica e la pragmatica la sociolinguistica nessuna delle rispote la pragmatica.
la capacità di produrre suoni linguistici è detta fonologia fonazione fonetica articolazione.
Il repertorio include le parlate alloglotte solo le lingue e i dialetti solo i dialetti e le lingue dialetti, lingue, varietà .
nella frase “L’artista ha veduto il quadro”, “l’artista” è tetravalente l’agente il topic il focus.
La dimensione perlocutoria riguarda gli effetti del dire nessuna di queste rispote il semplice atto di dire qualcosa le intenzioni del parlante.
la retorica tratta nessuna di queste risposte l’illocuzione e la perlocuzione la locuzione e la perlocuzione la locuzione e l'illocuzione.
Promettere è un verbo performativo imperativo constantivo assertivo.
Il principio di cooperazione è importante per le implicature le presupposizioni la dimensione locutoria la dimensione perlocutoria.
il principio di cooperazione è stato formulato da Searle Grice Chomsky Austin.
Dalle massime scaturiscono delle inferenze, che Grice chiama implicature conversazionali presupposizioni implicature convenzionali nessuna di queste risposte.
Nella frase “Hai pagato il gelato?”, il focus è tu il destinatario il gelato hai pagato.
la dimensione locutoria corrisponde a le intenzioni del parlante l'interpretazione gli effetti del dire nessuna di queste risposte.
“Ha telefonato Nicola” è un enunciato predicativo eventivo presentativo identificativo.
“Chi può rispondere alla domanda?” è un enunciato predicativo eventivo identificativo presentativo.
“I piatti li lavi tu?” è un enunciato identificstivo predicativo eventivo presentativo.
“C’era la luna piena” è un enunciato identificativo predicativo eventivo presentativo.
“Codesto” è un deittico un pronome relativo un aggettivo relativo un avverbio dimostrativo.
la deissi riguarda il modo in cui le lingue codificano I tratti del contesto di enunciazione e dell’evento comunicativo il co-testo linguistico l'anafora e la catafora gli atti linguistici indiretti.
nella definizione della comunità linguistica, i principali criteri sono nessuna delle risposte entrambe le risposte esterni oggettivi interni soggettivi.
la dimensione illocutoria riguarda gli effetti del dire il semplice atto del dire qualcosa nessuna di queste risposte le intenzioni del parlante.
“L’hai poi rivisto, quel ragazzo?”. “quel ragazzo” è il rema l’antitopic il topic il focus.
Il primo a formulare una teoria degli atti linguistici fu Searle Morris Grice Austin.
il significato scaturisce solo dall'uso delle parole negli enunciati solo dalle parole nessuna delle risposte non solo dalle parole, ma anche dal loro uso negli enunciati.
il concetto di competenza linguistica è stato introdotto da Austin Dell Hymes Grice Chomsky.
la pragmatica linguistica è stata fondata e sviluppata soprattutto da psicologi sociologi filosofi sociolinguisti.
Austin è legato alla scuola di Praga Londra Harvard Oxford.
il manuale di pragmatica di S. Levinson è del 1975 1983 1963 1950.
nella traduzione continentale, la pragmatica non è collegata a ciascuno dei livelli di analisi fa parte del nucleo della teoria linguistica non fa parte del nucleo della teoria linguistica è collegata alla sintassi.
L’espressione competenza comunicativa fu coniata da Morris Chomsky Dell Hymes Grice.
la sintassi si interessa al rapporto fra segni e chi li usa al rapporto fra I segni al rapporto fra segni e referenti nessuna delle risposte.
Il significato convenzionale è oggetto di studio della semantica morfosintassi sociolinguistica pragmatica.
la sociolinguistica si afferma negli anni 50 negli anni 60 negli anni 70 negli anni 30.
Nel paradigma formale, la funzione primaria di una lingua è l’espressione del pensiero la descrizione degli oggetti la comunicazione l'agire linguistico.
l’etnometodologia è una corrente della micro-sociologia pragmatica scuola di Oxford grammatica generativa.
Per l’etnometodologia, la realtà sociale è un dato preesistente non è un dato preesistente non è fondamentale è l'unica realtà che conta.
il termine “etnometodologia” fu coniato da Garfinkel Dell Hymes Chomsky Austin.
la sociolinguistica nasce in Italia a Cambridge negli Stati Uniti a Oxford.
Il contesto pertinente per l’interpretazione e la produzione degli enunciati coincide con tutte e tre le risposte la situazione comunicativa contingente il contesto linguistico le conoscenze condivise.
Denunciar test Condiciones de uso
INICIO
CREAR TEST
COMENTARIOS
ESTADÍSTICAS
RÉCORDS
Otros tests del Autor