option
Mi Daypo

PALEO

COMENTARIOS ESTADÍSTICAS RÉCORDS
REALIZAR TEST
Título del test:
PALEO

Descripción:
PALEOGRAFIA

Autor:
FRA1969
(Otros tests del mismo autor)

Fecha de Creación:
12/11/2021

Categoría:
Letras

Número preguntas: 163
Comparte el test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Comparte el test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Últimos Comentarios
No hay ningún comentario sobre este test.
Temario:
   L'angolo di scrittura è  Un fattore relativo alla bilinearità grafica  L'angolo dei grassi  Un elemnto che determina l'iscrizione in un modulo quadrangolare  L'angolo determinato dall'uso di pergamena o di papiro.
La Paleografia è una disciplina ausiliaria Non è vero Della filologia Della letteratura  Della storia.
Per analisi sincronica della scrittura si intende L'analisi di una tipologia grafica nei suoi aspetti formali e di sistema  Nessuna delle precedenti risposte  Il confronto tra differenti scritture  L'esame dell'evoluzione nel tempo di una scrittura.
   La tradizione corsiva e la tradizione libraria Sono due filoni che in alcuni momenti si intersecano Sono due filoni paralleli in netta opposizione e contrasto  Sono due aspetti di una medesima scrittura Sono due filoni paralleli che non si intersecano mai.
 Le scritture maiuscole canonizzate Sono usate solo in epigrafia Sono proprie della tradizione libraria Sono proprie della trasdizione documetnaria Sono proprie dell'Umanesimo.
L'onciale è una scrittura Usata esclusivamente per testi cristiani una scrittura documentaria  una scrittura libraria Derivata dalla scrittura greca.
nel medioevo come scrittura distintiva viene usata Solo la semionciale  prevalentemente onciale e capitale Solo la capitale Solo l'onciale.
 La beneventana ebe il suo periodo di massimo sviluppo nella seconda metà dell'XI secolo  Nel XIV secolo nel IX secolo  Nel VI secolo.
 La minuscola insulare E' la scrittura delle isole anglosassoni E' la scrittura diffusa dai monaci romani in Irlanda E' a scrittura del sud italia E' la scrittura franca.
 Dal punto di vista storico la paleografia latina nasce  Nell'ambito della diplomatica  Nell'ambito della filologia Nel XIX secolo con un approccio archivistico Nel XIX secolo con un approccio storico.
 Il cambio grafico è Il momento in cui la scrittura cambia in seguito ad interventi estranei Il momento in cui una scrittura cessa di essere usata Il momento in cui si comincino a scrivere testi diversi Il momento di passaggio da un sistema grafico all'altro.
L'analisi formale dell scrittura prevede  L'analisi dell'evoluzione storica di una scrittura L'esame di precisi aspetti formali del fatto grafico L'analisi della forma delle lettere  Il rilevamento mediante misurazione di alcuni elementi.
 I compiti della paleografia sono Determinare il cosa, come, chi, quando dove e perché un testo è stato scritto Tracciare la storia del libro manoscritto  Datare e localizzare un testo Offrire una corretta lettura di un testo.
 Jean Mallon è Un paleografo del sec. XX cui si deve una concezione innovativa e globale della disciplina  Il fondatore della paleografia Un grande filologo  Colui che ha coniato il termine Paleografia.
   Il peso di una scrittura indica La dimensione delle lettere  L'importanza che riveste una scrittura nel panorama grafico e storico  La pressione esercitata sulla penna dal copista  Il rapporto tra tratti di grande spessore e tratti sottili.
 Per datare correttamente una testimonianza scritta Vanno considerati aspetti grafici, storici, filologici, decorativi Bisogna fare riferimento agli aspetti formali della scrittura Bisogna conoscere la posizione del manoscritto nello stemma codicum E' sufficiente conoscere l'autore del testo.
 L'analisi diacronica della scrittura  Esamina gli aspetti formali di una tipologia grafica Descrive l'evolversi di un tipo di scrittura nel tempo  Offre una spiegazione al cambio grafico Segue l'evoluzione e la trasformazione dei fenomeni grafici.
Una scrittura si definisce totale se Comprende tutti i segni alfabetici Viene usata per scrivere tutte le testimonianze scritte  Viene usata per scrivere tutti i libri Viene insegnata a scuola.
La trascrizione corretta è Ut peresset diei ac nocti et dum de/rent lucem ac tenebris. Et iudit / os quod esset bonum, et fattum est ve/spere et mane dies quartus. Di  Ut preesset diei ac nocti et divide/rent lucem ac tenebras. Et vidit / deus quod esset bonum, et factum est ve/spere et mane dies quartus. Di Ut preesset dici ac notti et divide/rent lucem ac tenebras. Et vidit / deus quod esset bonum, et factum est ve/spere et mine dies quartus. Di   Ut pesset dici ac nocti et divide/rent lucem ac tenebris. Et indit/deus quod eet bonum et factum est ne/spere et mane dies quartus. Di.
 La scrittura carolina può essere definita l?archetipo grafico insuperato perché  Si è diffusa anche in ambito documentario E? stata adottata nel Medioevo in tutte le regioni  Attraverso il recupero umanistico è passata alla stampa  E? la più chiara scrittura libraria.
   La scrittura distintiva è Una scrittura epigrafica  Una scrittura vergata in rosso Una scrittura usata per i titolii Una scrittura maiuscola.
La trascrizione esatta è Ad eo contramissis seralis exitu aliquod / remedius querens per quod egre vites / abumini mentis mali contagione   A Deo commissis feralis exitii aliquod / remedium querens per quod egre mentes / ab imminentis mali contagione Adeo comissis feralis exciti aliquo / remedium querens pro quo egre inter se / ab viventis mali contagione  Adeo con missis seralis exitii aliquo / remedium querens per quo egre inter se / ab viventis mali contagione .
La trascrizione corretta è  MILITIAE CASURA IN PACE / AEGRE FEREBAT TRA/DITUM SIBI NULLUS  MILITIAE CASURA IN PACE / AEGRE FEREBANT ET RE/DITUM SIBI NULLUM ES MILITIA CASURA IN PACE / AGRE FEREBANT ET SE / DITUM SIBI NULLO ES MILITIAE CASURAE PACE / AEGRE FEREBAT E RE/DITUM SIBI NULLUM ES.
   Il materiale librario più comune dell'Antichità era  La pergamena Le tavolette cerate  Il papiro la pietra.
La scrittura capitale E' la scrittura libraria dell'età classica E' una scrittura corsiva  E' una scrittura maiuscola che fu sempre utilizzata per i titoli dall'antichità ai giorni nostri  E' una scrittura documetnaria.
La trascrizione corretta è: homo habet aliquem cibum que[...] / e proximo abeat non enim pot[...] / accesseri ad inuicem nos [...] omo abet aliquem cibum que[...] / proximo prebeat non enim pot[...] / accesserent a diui cenos [...]  homo habet aliquem cibum que[...] / se proximo prebeat non enim pot[...] / accesserimus ad inuicem nos [...]  homo abet alique cibum que[...] / de proximo prebeat non enim pot[...] / accesserimus ad inuice nos [...].
La semionciale fu usata  Specificamente per testi liturgici In testi giuridici e per glosse e commenti di testi scolastici Per i libri della Bibbia  In ambito documentario.
La trascrizione corretta è Finito è il settimo libro delle celestiali reve/ lationi date per divino misterio da Dio alla / sua sposa santa Brigida del regno di Svetia Finito e il settimo libro delle celestiali reve/ lationi date pro divino mistero da Dio alla / sua sposa sancta B del segno di Svezia  Finito è il scritto libro delle celestrali rene/ lationi date per divino misterio dadio alla / sua sposa santa Brigida del regno di Svetia  Fatto è il settimo libro delle vere strali reve/ lationi dare per divino misterio da Dio alla / sua sposa sta B del regno di Scotia .
 La corsiva nuova è Una corsiva minuscola Una capitale tracciata in modo corsivo Una scrittura epigrafica Una scrittura canonizzata libraria.
L'uso della scrittura onciale Inizia solo in epoca umanistica  Continua ininterrottamente fino alla fine del Medioevo Cessa con il crollo dell'Impero romano Passa da scrittura libraria a scrittura distintiva nel sec. IX.
 La corsiva antica è Una scrittura epigrafica Una minuscola corsiva  Una capitale tracciata in modo corsivo  Una scrittura libraria.
La capitale epigrafica è Una capitale tracciata in modo corsivo Uno stile della scrittura capitale influenzato dalla tradizione epigrafica monumentale  Una scrittura esclusiva dell'ambito epigrafico Una minuscola documentaria.
La trascrizione corretta è Cortesia fe, né la potea far poi / et del mortal sentiron gli occhi suoi Cortesia fe, me la potea far noi / et del mortal sentimen gli occhi suoi  Cortesia fei, né la potrà far poi / et del mortal sentiron gli occhi suoi  Coste sia fe’, nela potea far poi / del mortal sentiron gli occhi suoi.
I centri di produzione manoscritta nell'alto Medioevo sono le scuole di notariato Sono istituzioni religiose come monasteri e centri vescovili sono le università sono le botteghe degli scrinarii.
   per particolarismo grafico si intende  Le diverse scritture usate in Europa nell'alto Medioevo Le diverse scritture usate in Europa nel Basso Medioevo  Le distinte tradizioni documentarie e librarie del medioevo  Le diverse scritture canonizzate.
L'onciale è una scrittura Maiuscola  Documentaria Una scrittura epigrafica Minuscola.
 Per scrittura minuscola si intende Una scrittura compresa entro un sistema quadrilineare Una scrittura compresa entro un sistema bilineare Una scrittura libraria  Una scrittura epigrafica.
La trascrizione corretta è CENOBI IAM ADEXI MII MERITO / VENERABILI SALVAROTORIS CENOBIUM AD EXIMII MERITO / VENERABILIS SALLUTEM ORIS CENOBIUM AD EXIMII MERITO / VENERABILE SALVATORIS CENOBIUM A DEXIMII MERITO / VENERABILE SALUX TORIS.
 Una scrittura canonizzata è  Una maiuscola  Una scrittura documentaria Una scrittura che si propone come modello Una libraria.
 L'unità base della scrittura testuale è  Il tratto La lettera La parola la pagina.
La littera antiqua è Una scrittura epigrafica Una scrittura della tarda antichità  Una corsiva documentaria  Una scrittura umanistica.
   La stampa a caratteri mobili ha adottato come carattere tipografico  Entrambe, insieme al corsivo cancelleresco  La carolina  La testuale  un carattere appositamente creato.
Le legature della corsiva moderna sono Sinistrogire dall'alto nessi  False legature Destrogire dal basso.
La scrittura corsiva è Una scrittura epigrafica Una scrittura generalmente libraria Una scrittura minuscola  Una scrittura generalmente documentaria.
La pergamena è Una carta che ha subito una particolare preparazione  Cuoio Un pelle animale Una materia vegetale.
La minuscola carolina è Una scrittura corsiva Una scrittura libraria Una scrittura maiuscola Una scrittura epigrafica.
 Per peso di una scrittura si intende  Lo spessore dei tratti Il rapporto tra tratti sottili e tratti grossi  L'importanza del canone grafico  Le dimensioni della scrittura.
La trascrizione corretta è Ma la cente lassava stare loro e l'argento, candava per tocare lo corpo; onda cum gan fadiga Ma la zente lassava stare l'oro e l'arzento e andava per tocare lo corpo; onda cum gran fadiga Ma la zente lasciava stare l'oro e l'arcento e candava per tocare lo corpo; onda cum gan fadiga Ma la zente lassava stare l'oro e l'argento e andava per toccare lo corpo; onda cum grande fatiga.
La trascrizione corretta è  El gufo comutarsi a poco a poco / In aquila campestre o in altro uccello Il gufo camutarsi a poco a poco / In aquila campestre o di altro uciello  El gufo trasmutarsi a poco a poco / In aquila campestre od in altro uciello El gufo comutarsi a poco a poco / In aquila campestre o di altro uciello.
La trascrizione corretta è VALENTINIANIS SUBITA SANGUINIS ERUPTIO / NE QUOD GRECE APOPLEXIS VOCATUR VALENTINIANUS SUBITAS ANGUINIS ERUPTIO / NE QUOD GRECE APOPLEXI SUOCATUR VALENTINIANU SUBITAS ANGUINI SERUPTIO / NE QUOD GRAECE APOPLEXI SUO CATUR VALENTINIANU SUBITAS ANGUINI SERUPTIO / NE QUOD GRAECE APOPLEXI SUO CATUR.
La trascrizione corretta è  Ego Girardus domini Frederici imperatori notarium interfui, rogatus scripsi Ego Girardus domini Fridrici imperatoris notarius interfui et rogatus scripsi  Ego Gerardus don Frederici imperatoris notarius me fui et rogatus scripsi Ego Gerardo domini Federici imperatoris nocte interfuis et rogatum scripsi.
La trascrizione corretta è Virtus humilitatis qua fit ut omnia terrena cacumina temporali mo/bilitate nutantia, non humano usurpata fastu sed divina gratia do Virtus humilitatis qua sit ut omnia terrena cacumina temporali mo/bilitate nutantia, non humano usurpata fastu sed divina grado  Virthumilitas qua sit ut omnia trena cacumina temporali mo/bilitate nutantia, non humano usurpata fastu sed divina gratia do Virtus humilitatis qua fit ut omnia terrena cacumina temperali mo/bilitate mitantia, non humano usurpata fastus divina gratia do.
La trascrizione corretta è APOSTOLICI MODERAMINIS CLEMENTIA CONVENIT. RELIGIOSAM PERSONAM DILIGERE ET EARUM LOCA APOSTOLICA  APOSTOLICI MODERAMINIS CLEMENTIAE CONVENIT. RELIGIOSAS PERSONAS DILIGERE ET EARUM LOCA APOSTOLICAE  APOSTOLICI MODERAMINIS CLEMENTIAE CONVENIT. RELIGIOSAS PERSONAS DILIGERE ET EARUM LOCA APOSTOLICAE  APOSTOLICI MODERAMINIS CLEMENTIAE CONVENIT. RELIGIOSAS PERSONAS DILIGERE ET EARUM LOCA APOSTOLICAE.
La trascrizione corretta è  FLORENTINUS BONOS ET RUFINUS / INSIGNES MONACHI HABENTUR EQUIBUS FLORENTINUS BONOSUS ET RUFINUS / IN SIGNES MONACHI ABENTUR EQUIBUS FLORENTINUS BONOSUS ET RUFINUS / IN SIGNES MONACHI ABENTUR EQUIBUS FLORENTINUS BONOSUS ET RUFINUS / INSIGNES MONACHI ABENTUR EQUIBUS.
La trascrizione corretta è FLORENTINUS BONOSUS ET RUFINUS / INSIGNES MONACHI ABENTUR EQUIBUS FLORENTINUS BONOSUS ET RUFINUS / INSIGNES MONACHI ABENTUR EQUIBUS FLORENTINUS BONOSUS ET RUFINUS / INSIGNES MONACHI ABENTUR EQUIBUS FLORENTINUS BONOSUS ET RUFINUS / INSIGNES MONACHI ABENTUR EQUIBUS.
La trascrizione corretta è  Concelebras per te quoniam genus omne animantum / concipitur visitque exortum lumina solis  Concelebras per te quoniam genus omne animantum / concipitur visitque exortum lumina solis  Concelebras per te quoniam genus omne animantum / concipitur visitque exortum lumina solis  Concelebras per te quoniam genus omne animantum / concipitur visitque exortum lumina solis.
La trascrizione corretta è POTUISSET EXPLANARE. CUM MAG/NA ENIM FIDUCIA ET CARITATIS AF/FECTU AGIT CUM EIS. ALIQUANDO POTUISSET EXPLANARE. CUM MAG/NA ENIM FIDUCIA ET CARITATIS AF/FECTU AGIT CUM EIS. ALIQUANDO POTUISSET EXPLANARE. CUM MAG/NA ENIM FIDUCIA ET CARITATIS AF/FECTU AGIT CUM EIS. ALIQUANDO  POTUISSET EXPLANARE. CUM MAG/NAM FIDUCIA E CASTITATIS AF/FECTU AGIT CUM EIS. ALIQUANDO.
   La separazione delle parole si afferma  Solo nel Quattrocento Nel sec. XII Fin dall'antichità nella stampa.
La capitale antiquaria è La maiuscola usata in età carolina  Una scrittura documentaria  La scrittura dei mss dell'Antichità  Una scrittura distintiva creata dagli Umanisti.
   Lo scriptorium è Un centro di produzione manoscritta Una abbreviazione La scrittura in uso in epoca carolina  Una bottega in cui si vendono libri.
 Un palinsesto è Un tipo di documento medievale Un codice membranaceo cancellato e riscritto  Un codice acquistato e rivenduto Un centro di produzione manoscritta.
Le scritture insulari sono importanti perché influenzeranno lo svilluppo delle litterae textuales tramandano in esclusiva una tradizione letteraria influenzeranno la scrittura umanistica  influenzeranno lo sviluppo della carolina.
 Nell'alto medioevo il codice era in papiro  generalemente di formato tendente al quadrato piccolissimo grandissimo.
Le litterae textuales sono Una scrittura documentaria  Le scritture usate nei documenti La scrittura dell'età gotica  Una scrittura distintiva.
Il nesso si realizza quando si scirve in modo affrettato Si passa da una lettera all'altra senza staccare la penna  Lo stesso tratto appartiene a 2 lettere Una lettera è abbreviata.
   Nell'abbreviazione per contrazione manca la desinenza Vengono indicate alcune lettere della parola Manca la parte finale della parola E' scritta solo l'iniziale.
La scrittura mercantesca è  La scrittura degli Umanisti Una minuscola precarolina  una maiuscola  Una corsiva di ambito documentario.
La trascrizione corretta è  I' ò già facto un gozo in questo stato / chome fa l?acqua a gacti in lombardia  Io già facto vigozo in questo stento / chome fa l?aqua a gacti in lombardia I' ò già facto un gozo in questo stento / chome fa l?aqua a gacti in lombardia I' ò già facto ringozzo in questo stento / chome fa l?aqua a tanti in lombardia.
Per titulus si intende Un segno interpuntivo  Il titolo di un'opera un carattere alfabetico Il tratto che individua un'abbreviazione.
Per analisi sincronica della scrittura si intende  L'analisi degli aspetti formali della scrittura Lo studio dell'evolversi della scrittura  la paleografia La comparazione tra tipi diversi di scrittura.
Per archeologia del manoscritto si intende  La paleografia Un particolare approccio della codicologia  La diplomatica La codicologia.
 Il tipo di Luxeuil è  Una scrittura libraria derivata dalla merovingica Una scrittura documentria derivata dalla carolina Una scrittura libraria derivata dalla visigotica Una scrittura libraria derivata dalla carolina.
 La filigrana è Una scrittura documentaria Una marca della cartiera Un disegno sulla carta  Un tipo di decorazione dei libri.
 La forma  è la dimensione della carta E' la tipologia libraria  E' il filo metallico che imprime un disegno sulla carta E' lo stampo che si immerge nel tino nella produzione della carta.
Un manoscritto medievale E? sempre membranaceo E? sempre cartaceo Se librario è membranaceo, se documentario cartaceo  Può essere membranaceo o cartaceo.
La trascrizione corretta è  O THEOPHILE / QUAE CAEPIT IESUS FACERE ET DO/CERE. USQUE IN DIEM QUA PRECI/PIENS APOSTOLIS PR0 SPIRITO SANCTO QUOS  O THEOPHILE / QUAE CAEPIT IHESUS FACERE ET DO/CERE. USQUE IN DIE QUA PERCI/PIENS APOSTOLIS PER SPIRITU SANCTU QUOS O THEOPHILE / QUAE CAEPIT IHESUS FACERE ET DO/CERE. USQUE IN DIEM QUA PRECI/PIENS APOSTOLIS PER SPIRITUM SANCTUM QUOS  O THEOPHILE / QUE CEPIT IESUS FACERE ET DO/CERE. USQUE IN DIEM QUA PRECI/PIENS APOSTOLIS PER SPIRITUM SANCTUM QUOS.
 Le scritture documentarie altomedievali sono  Scritture usate nei documenti derivate dai popoli barbari Corsive derivate dalla corsiva romana con legature in senso orario dall'alto Scritture di derivazione epigrafica  Adattamento delle scritture librarie all'ambito documentario.
Un bifoglio è  Un fascicolo di 8 fogli Un fascicolo formato da 4 fogli Un foglio singolo piegato così da formare 4 fogli e 8 pagine  Un foglio singolo piegato così da formare 2 fogli e 4 pagine.
La beneventana barese è La realizzazione corsiva della beneventana in ambito documentario E'una scrittura epigrafica Un tipo di beneventana che presenta caratteri specifici Una maiuscola libraria.
La curiale è Scrittura epigrafica romana Una scrittura documentaria usata nella cancellerie pontificia  Scrittura libraria della curia papale Una scrittura franca.
La corsiva libraria Rappresenta il tentativo realizzato in molte regioni dell'Altomedioevo di normalizzare una minuscola libraria  E' un concetto che non esiste perché le corsive non vengono usate in ambito librario  E'una scrittura epigrafica E' la normale scrittura dei testi altomedievali.
 Per semionciale insulare si intende La scrittura usata per i testi in gaelico  Una minuscola libraria usata in area insulare Una scrittura usata in Sicilia e Sardegna  Una corsiva libraria usata in area insulare.
 La Bibbia Amiatina è  Il codice della Bibbia fatto scrivere da Cassiodoro  Un manoscritto romano della Bibbia Un manoscritto anglosassone in onciale  Il più importante manoscritto della Bibbia.
La scrittura visigotica è Una scrittura libraria di tradizione classica Una scrittura di base corsiva usata in ambito documentario e librario nella penisola iberica Una scrittura franca Una maiuscola importata dai Visigoti.
La scrittura merovingica è Una scrittura di base corsiva usata in ambito documentario e librario nel regno Franco  Una maiuscola importata dai Visigoti Una corsiva documentaria  Una minuscola libraria.
 La scrittura beneventana è  Una minuscola libraria di base corsiva sorto nell'area beneventano-cassinese  E'una scrittura epigrafica  Un tipo di corsiva altomedievale Una maiuscola libraria.
 In Italia centrosettentrionale, nell'Altomedioevo Si formalizza una nuova scrittura  Si continua a scrivere libri solo in capitale e in onciale Si mantiene la tradizione delle corsive canonizzate classiche insieme alla tradizione corsiva  Si conosce e utilizza solo la corsiva.
 Il fascicolo è Un tipo di decorazione Un insieme di fogli piegati Un tipo di scrittura libraria Un tipo di libro.
Gli elementi eprigrafici sono Aspetti di confezione materiale  Tutto ciò che sta intorno alla scrittura Una forma di decorazione  I numeri.
La legatura di un manoscritto è L'unione di due lettere che sono scritte senza staccare la penna  Un tipo di decorazione Il lascito testamentario ad un'abbazia La copertina.
La trascrizione corretta è Dixerunt Deo: congregentur acque quae / sub caelo sunt in locum unum. Et apparerat/ et arida. Factum est ita. Et vocavit Deus Dixit vero Deus: congregentur aque quae / sub caelos in locum unum. Et appare/at arida. Factum ita. Et vocavit Deus Dixit vero Deus: congregentur aque quae / sub caelo sunt in locum unum. Et appare/at arida. Factum est ita. Et vocavit Deus Dixit vero Deus: congregantur acque que / sub caelo sunt in locum unum. Et apparet/ et arida. Factum est ita. Et vocavit Deus.
Per archivistica dei manoscritti si intende La storia delle biblioteche La codicologia  Lo studio dei manoscritti d?archivio Lo studio dei manoscritti come insiemi collegati da rapporti significativi.
La minuscola romanesca è  una corsiva tipizzata usata nel lazio  La scrittura dei notai di Roma Una scrittura distintiva Una carolina tipizzata usata nel lazio.
Le Bibbie Atlantiche sono scritte in beneventana  sono scritte in carolina  sono scritte in capitale  sono scritte in scrittura insulare.
Quale scrittura usava la cancelleria franca al tempo di Carlo Magno La minuscola diplomatica  La carolina  la semionciale La merovingica.
   Una cancelleria è  Un ufficio organizzato di un'istituzione  Un tipo di scrittura documetnaria  L'istituzione che conserva i manoscritti Un tipo di scrittura libraria.
La trascrizione corretta è Piis mentibus uris. Si me nimis se dignamini qui in tempore / ad fuistis quin qui hostium genera ee diximus Contraque ex / pugnanda indutias postulavimus ut necessaria preparare  Piis mentibus uris. Si me nimis se dignamini qui in tempore/ adfui istis quinque hosti in genera esse diximus, ceneraquie expugnanda/ pugnanda indutias postulavimus ut necessaria preparare    Piis mentibus vestris. Si meminisse dignamini qui in tempore / adfui istis qui que hosti in genera esse diximus. Concra que et / pugnanda industrias postula vivimus, ut necessaria preparare   Piis mentibus vestris. Si meminisse dignamini qui in tempore / adfuistis, quinque hostium genera esse diximus. Contra que ex/ pugnanda indutias postulavimus ut necessaria preparare.
La trascrizione corretta è Et qui fedebat similis crat / aspettiu la prois iasprois  Et quum sedebat stimulus crat / aspectiu lapidis iasprois  Et qui sedebat similis erat / aspectui lapidis iaspidis   Et qui sed ibat similis erat / aspectim iapidis iaspisdis .
Nel sec. XII Carlo Magno riunifica l'Europa Prevale il particolarismo grafico Gli umanisti rinnovano la scrittura Si afferma una nuova classe di scrittori.
Le litterae textuales sono un sistema grafico rigido sono un sistema grafico elastico hanno una diffusione limitata non conoscono varianti regionali.
 Le litterae textuales  Si affermano prima nel sud Italia Sono una scrittura insulare Si affermano prima in Francia  Si diffondono a partire da Roma.
Il nesso a curve contrapposte E' una legatura  E' unt ratto epigrafico E' una delle regole della testuale E' una forma di decorazione.
   Un quinione è Un fascicolo di 10 bifogli  Un fascicolo di 8 fogli  Un fascicolo di 5 bifogli  Un tipo di libro.
La formula 1 (8), 2-10 (10), 11 (8) corrisponde a  Un ms con 2 ottonioni e 9 decanioni Un ms di 112 fogli  Un ms di 9 quinioni, un quaternione all'inizio e uno alla fine Un ms di 52 pagine.
Un ms composito è Un manoscritto che risale ad epoche diverse  Un ms che riunisce più testi Un ms che riunisce più manoscritti Un ms parte cartaceo parte membranaceo.
 La norma di Gregory è Un tipo di decorazione Un principio di normalizzazione dei titoli  Una regola della scrittura testuale La norma dell'affrontamento regolare del lato pelo/lato carne.
 Il termine mise en page indica Il numero di righe scritte La decorazione del manoscritto La decorazione del manoscritto Lo specchio scrittorio.
 La segnatura è Il numero scritto sul dorso La sottoscrizione del copista  Il titolo del manoscritto  Una formula che individua il ms.
L'archeologia del manoscritto è  Una definizione della codicologia Un sinonimo di codicologia La ricerca dei mss negli scavi archeologici  La ricostruzione della storia del manoscritto.
Un ms cartaceo può essere Un ms carolino Un manoscrittoper forza posteriore al XV secolo Un codice tardo-antico  Un ms del sec. XIII.
   I richiami sono  I titoli di parti del testo I numeri dei fascicoli  I titoli di un manoscritto Un modo di ordinare i fascicoli.
Per rigatura a secco si intende Una rigatura in cui il colore si è seccato  una rigatura che ora non si vede più Una rigatura realizzata con una punta metallica Una rigatura condotta sulla pergamena asciutta.
Con il termine pecia si indica Un sistema di produzione dei mss dell'ambito universitario  Un centro di copia Un testo universitario  Un tipo di ms universitario.
Un catalogo web based è Un catalogo in cui i dati confluiscono immediatamente nel sistema in rete Un catalogo in cui i dati confluiscono immediatamente nel sistema in rete  Un catalogo a cui collaborano più persone  Un catalogo che è stato digitalizzato.
 Un'edizione facsimile è Una copia anastatica Una copia fedele manoscritta di un ms La copia a stampa che ricalca perfettamente un ms  L'edizione più autorevole di un testo.
Per catalogazione sommaria si intende Una descrizione puntuale e approfondita di tutti gli aspetti Una descrizione interna sintetica accompagnata da un numero limitato di dati di descrizione esterna Una semplice elencazione di mss Un inventario.
 In ambito codicologico un manoscritto datato è Un ms che offre un riferimento esplicito alla sua confezione Un manoscritto con un testo che riporta la data  Un ms di cui si conosce la data Un ms di cui si conosce il copista.
Un catalogo di manoscritti è Un libro che studia i mss  Un insieme di descrizioni di mss Un elenco di mss Uno strumento di accesso ad una biblioteca.
Il rubricatore è  il copista Colui che decora il ms  Colui che appone i titoli sul ms Colui che rilega il ms.
   Il colophon è  La sottoscrizione del copista Il titolo del manoscritto  La parte finale di un testo  Una nota a fine ms che fornisce informazioni sulla sua realizzazione.
Il rapporto nero / bianco indica  Il peso della scrittura  Lo sfruttamento della pagina  L'altezza della scrittura  La dimensione della pagina.
 La descrizione esterna comprende  La descrizione del supporto  La descrizione del codice quando è chiuso La descrizione della legatura I dati fisici del mss.
Le bibbie atlantiche sono Bibbie con una versione speciale del testo sacro  Bibbie che derivano dalle regioni che affacciano sull'Atlantico Bibbie di grande formato scritte in carolina Bibbie di grande formato scritte in capitale su modello dei manoscritti antichi.
   La diplomatica studia Le scritture corsive  I documenti nei loro aspetti formali  La storia sui documenti  I documenti d?archivio.
Nelle cancellerie imperiali e papali Si continua a scrivere in merovingica e in curiale fino al basso Medioevo Si adotterà progressivamente la carolina  Si scrive solo in capitale  Compare in anticipo la scrittura carolina.
L'evoluzione della carolina Va nel senso di una selezione e stabilizzazione di forme, privandosi di ogni residuo corsivo Va nel senso di una progressiva corsivizzazione Si muove per adattarsi all'ambito documentario ed epigrafico Non esiste perché la carolina è una scrittura canonizzata.
Il Chrismon è Un sigillo Un titolo attribuito al notaio Un simbolo di invocazione alla divinità Un tipo di scrittura.
   Il signum tabellionatus è Un simbolo di categoria Un sigillo Un simbolo personale e individuale e un simbolo di categoria Un simbolo personale e individuale.
La trascrizione corretta è  Lauda di contestazione per sentenza data, / da Dio la fede fu ordinata / et per contemprationy non si vol fallare  Lauda di contastatione per sententia data, / da Dio la fede fu ordinata / et per contemprationy non si vol fallare  Lauda di contrastatione per sentenza data, / da Dio la fe' fu ordinata / et per contemplatione non si vol fallare  Lauda di contastatione per sententia data, / da Dio la fede si è ordinata / et per contemplatione non si vuol fallare.
La trascrizione corretta è  e pensa bene che tu de' tornare / in quella fama che vedesti /l'uomo che giace nella fossa schura.  e pensa bene che tu dey tornare / in quella forma che vedi stare /l'uomo che giace nella fossa schura.  e pensa bene che tu dey tornare / in quella fama che vedi restare /l'uomo che giace nella sua freschura. e pensa ben che tu dei tornare / in quella somma che vedi stare /l'uomo che giace nella fossa scura.
 In diplomatica gli aspetti formali sono  In diplomatica gli aspetti formali sono Rilevanti ma non fondamentali  Irrilevanti Nessuna delle risposte è corretta.
La critica dei falsi è La definizione di un documento falsificato Il titolo di un manuale di diplomatica Un ramo della paleografia Un ramo della diplomatica.
La charta  E' una quualsiasi forma di notizia documetnaria  E' un registro  E' un documento sciolto E' una tipologia di documento caratterizzata dal contenuto.
 Le cancellerie Sono gruppi di diplomatici che assistono l'imperaptopre  Sono uffici organizzati che emettono documetni Sono corporazioni professionali Sono strutture riservate ad imperatori e pontefici.
La trascrizione corretta è possibile. Intendit igitur de para/doxa, videlicet de gloriosis sententiis in / senatu a Catone data, tractare et passibile. Intedit ergo de para/doxis, videlicet de gloriosis sententiis in / senatu a Catone datis, tractare et possibile. Intendit igitur de para/doxis, videlicet de gloriosis sententiis in / senatu a Catone datis, tractare et possibile. Intendit igitur de para/doxis, ut de gloriosis sententiis in / senatu a Catone datis, tactare et.
 Il signum manus indica La firma di un testimone analfabeta Il segno contraddistintivo di un'associazione professionale Un tipo di abbreviazione Il segno professionale del notaio.
La trascrizione corretta è SEDEBAT AD PEDE CAPI/TIS NOSTRI QUANTO HUMI/LIUS SEDEBAT TANTO AM/PLIUS CAPIEBAT. CUM FLUIT / ENIM AQUA AD HUMILITATE SEDEBAT AD PEDES CAPI/TIS NOSTRI QUANTO HUMI/LIS SEDEBAT TANTO AM/PLIS CAPEBAT. CUM FLUIT / ENIM AQUA AD HUMILITATEM SEDEBAT AD PEDES CAPI/TIS NOS QUANTO HUMI/LIUS SEDEBAT TANTO AM/PLIUS CAPIEBAT. EUM FLUIT / ENIM AQUA AD HUMILITATEM SEDEBAT AD PEDES CAPI/TIS NOSTRI QUANTO HUMI/LIUS SEDEBAT TANTO AM/PLIUS CAPIEBAT. CUM FLUIT / ENIM AQUA AD HUMILITATEM.
La trascrizione corretta è  pedes eius, lacrimis cepit riga/re pedes eius et capillis capi/tis sui tergebat et osculaba/tur pedes eius et unguento  pedes eius, lacrimis cepit riga/re pedes eius ei capillis capi/tis sui tergebat ei osculaba/tur pedes eius ei unguento  pedes ei, lacrimis cepit riga/re pedes eius et capillis capi/tis sui tegebat et osculaba/tur pedes eius et ungebat pedes ei, lacrimis cepit riga /se pedes eius et capillis capi/tis sui tergebat et osculaba/ aur pedes eius et unguento.
   In un documento non deve mai mancare Nome del notaio  Nome del destinatario Nome del rogatario Data e luogo.
 La dispositio è Un altro nome del protocollo del documetno Un'azione giuridica Un testo letterario Una sezione del testo di un documetno.
 In un'edizione di un documento l'apparato critico Risponde a norme editoriali fissate nell'Ottocento Non ci deve mai essere E' bene che, per quanto ridotto, vi sia  Si dispone in un volume separato.
 Gli statuti Sono testi letterari  Sono una scrittura documetnaria Sono un tipo di libro di contenuto documetnario Sono un documento in filza.
 L'imbreviatura è  Una tipologia di libro  Un estratto del documento  Il testo abbreviato di un documetno Una tipologia grafica.
La minuta è  Un tipo di abbreviazione  La versione abbreviata e incompleta alla base dell documento Una scrittura assai piccola usata nei documenti  La tassa richiesta dalla cancelleria.
 Il monogramma firmato è La firma autografa del pontefice  Un anello con sigillo La firma di un testimone La firma autografa dell'imperatore.
I privilegi sono Un tipo di abbreviazione  Condizioni di favore dei notai in ambito cittadino Un tipo di documento privato Documenti pubblici di concessione da parte di un'autorità.
 Il documento pubblico è  Un documento che viene pubblicato  Un documento emesso da una cancelleria, in forma solenne  Un documento relativo ad un'istituzione pubblica Un documento accessibile al pubblico.
Con il termine copia autentica si indica Una copia di un documento non falsificata Un documento redatto da un pubblico ufficiale e autenticato sulla base dell'originale un documento di grande valore Un falso che si può confondere con l'originale.
   I caratteri estrinseci del documento sono  Elementi del documento relativi alla fattura materiale ed aspetto esterno Elementi dell'azione giuridica non pertinenti per il notaio  Gli elementi di decorazione I dati interni del documento.
Un documento, in senso diplomatico, è L'attestazione scritta di un'azione giuridica Qualsiasi attestazione scritta  Una scrittura emessa da una cancelleria L'attestazione scritta di un'azione giuridica secondo determinate forme.
   L'autore di un documento è Colui che promuove l'azione giuridica e richiede il documento  Il proprietario di un documento  Colui che scrive il documento  L'ufficio emanante l'atto.
Il rogatario di un documento è  Il proprietario di un documento L'ufficio emanante l'atto  Lo scrittore del documento  Colui che richiede la confezione del documento.
   L'indizione è Un modo di datare che ci permette di capire l'anno  Il termine medievale che indica il mese Un ciclo di 15 anni Un tipo di abbreviazione.
   I sigilli si trovano Nei documenti pubblici Nei documenti privati In tutti i documenti di un certo rilievo Solo nei documenti pontifici.
 La roboratio è  La richiesta avanzata da un privato alla cancelleria La convalida di un documento pubblico  Un tipo di abbreviazione La sottoscrizione autografa dei testimoni.
   I subscriptores sono Coloro che appongono la propria firma sul documento I testimoni dell'azione giuridica  Ufficiali della cancelleria Una categoria di funzionari.
   Il regesto è  Un breve riassunto del documento Un documento pontificio L'autentica notarile Un libro dei notai.
Per publica fides si intende  Un tipo di documento pubblico Un tipo di documento privato La nuova autorità riconosciuta ai notai dal sec. XII  Un ufficio comunale.
 Il registro delle imbreviature è Un libro dei notai Un formulario delle cancellerie  Un documento emesso dalla cancelleria papale Il riassunto di un documento.
La corsiva notarile è  La scrittura dei documenti dal sec. XIII La scrittura dei documenti altomedievali Una scrittura epigrafica La scrittura della cancelleria pontificia.
La curiale è La scrittura della cancelleria franca  La scrittura della cancelleria pontificia Una scrittura epigrafica  La scrittura dei notai del Nord Italia.
 La minuscola diplomatica è Una scrittura epigrafica La scrittura dei documenti imperiali dal sec. IX  La scrittura dei notai La scrittura propria della cancelleria papale.
   Il protocollo è  Un modo di emettere i documenti La sezione iniziale di un documento Un registro Un documento privato.
Denunciar test Condiciones de uso
INICIO
CREAR TEST
COMENTARIOS
ESTADÍSTICAS
RÉCORDS
Otros tests del Autor