option
Mi Daypo

Storia Romana

COMENTARIOS ESTADÍSTICAS RÉCORDS
REALIZAR TEST
Título del test:
Storia Romana

Descripción:
Storia Romana

Autor:
FRA1969
(Otros tests del mismo autor)

Fecha de Creación:
15/11/2021

Categoría:
Letras

Número preguntas: 162
Comparte el test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Comparte el test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Últimos Comentarios
No hay ningún comentario sobre este test.
Temario:
Quando Annibale prende il potere a Cartagine? Alla morte di Silla. Alla morte di Amilcare nel 225. Alla morte di Mario. Alla morte di Asdrubale nel 221.
Chi aiutò Scipione in Africa dopo il suo sbarco? Giugurta re dei Numidi. Bocco re di Mauretania. Massinissa re dei Numidi. Nessuno.
In cosa si distinse Annibala dal re di Artassa? in nulla. Annibale diede prova di essere un ottimo urbanista, contribuendo all'edificazione della nuova capitale degli Armeni, nei pressi del fiume Mezamòr, a nord del monte Ararat, che prese il nome (in onore del sovrano) di Artaxana nessuna risposta è esatta. diede prova solo di essere un grande combattente.
Come mai i Cretesi erano restii a lasciar andare Annibale? Nessuna risposta è esatta. i Cretesi, ingolositi dall'oro che aveva con sé, non volevano lasciarlo più partire a meno che non lasciasse le sue ricchezze nel loro tempio principale come offerta votiva. i Cretesi, ingolositi dall'oro che aveva con sé, non volevano lasciarlo più partire a meno che non lasciasse le sue ricchezze nel loro tempio principale come offerta votiva. Annibale non accettò e loro lo uccisero. i Cretesi non vedevano l'ora Annibale se ne andasse per evitare che la sua presenza attirasse i Romani.
Dopo la permanenza presso Antioco dove andò Annibale? Tornò a Cartagine dove visse da eroe. Si fece uccidere da Antioco. Da nessuna parte, egli si suicidò. Dalla corte di Antioco che sembrava pronto a consegnarlo ai Romani, Annibale fuggì per nave fino a Creta.
Subito dopo Zama dove si rifugiò Annibale? Rimase a Cartagine. Andò in Egitto. Prima Annibale si rifugiò a Tiro ma il desiderio di tornare a battersi contro Roma nella speranza di una rivincita lo spinse da Antioco III, re dei Seleucidi, ad Efeso. Rimase in Numidia.
Dopo la battaglia di Zama, tra le condizioni di pace, Cartagine avrebbe potuto dichiarare guerra a qualche regno africano? Si ma solo ai Mauri. Si ma solo ai Numidi. Si ma solo agli Egizi. Si ma solo dopo aver chiesto il permesso a Roma.
Dove morì Annibale? In Cina dove era andato seguendo la via della seta. n Numidia. In Bitinia dove Annibale si avvelenò. In Uganda.
Quale fu una battaglia decisiva vinta di Scipione in Hispania? Scipione non andò in Hispania bensì in Africa. Nessuna delle risposte è esatta. Scipione riuscì a cacciare i cartaginesi dalla Hispania con la vittoria decisiva di Silpia nel 207. Mai.
Dopo quale anno il Senato inviò in Hispania Publio Cornelio Scipione? Dopo il 264 il Senato decise di mandare in Spagna, dandogli il proconsolato, il giovane Publio Cornelio Scipione (futuro Africano). Dopo il 211 il Senato decise di mandare in Spagna, dandogli il proconsolato, il giovane Publio Cornelio Scipione (futuro Africano). Nessuna risposta è corretta. Mai.
Quale era il piano di Annibale una volta giunto in Italia? Egli voleva distruggere Capua e Neapolis. Nessun piano particolare. Egli voleva distruggere Roma e Mediolanum. Egli mirava al fatto che una parte degli alleati romani si staccassero dalla città egemone.
Cosa accade mentre Annibale vuole cogliere di sorpresa i Romani? Cesare, s’imbarcò per raggiungere il Rodano, contando sull’aiuto della città di Nizza. Mario, s’imbarcò per raggiungere il Rodano, contando sull’aiuto della città di Marsiglia. Publio Scipione, s’imbarcò per raggiungere il Rodano, contando sull’aiuto della città di Marsiglia. Nulla.
Portando guerra a Roma in Italia quali sarebbero state le difficoltà di Annibale? Egli avrebbe dovuto affrontare i Sardi. Egli non avrebbe infatti potuto contare su nessuno aiuto da parte della madre patria, almeno nell’immediato. Egli avrebbe dovuto affrontare dapprima i Corsi. Egli avrebbe dovuto affrontare i Galli cisalpini.
Come Annibale voleva giungere nella penisola italiana? Dalla Sardegna. Dalla Sicilia. Dalla Corsica. Attraversando le Alpi.
Roma, durante la seconda guerra punica arrivò ad assediare Capua e Siracusa? Si Roma assediò Capua chiudendo la città ai cartaginesi, la città cadde nel 211 e Marcello dopo due anni prendeva Siracusa, città mai conquistata da nessuno. Si assediò Capua chiudendo la città ai cartaginesi, la città cadde nel 264 e Marcello dopo due anni prendeva Siracusa, città mai conquistata da nessuno. Non ne avrebbe avuto bisogno visto che Capua e Siracusa erano città romane. No mai.
Annibale durante la sua campagna italica strinse mai amicizia con Filippo di Macedonia? No, mai. Si, nel 215. Si, nel 202. Si, nel 264.
Chi venne affiancato a Quinto Fabio Massimo Cunctator? Scipione l'Asiatico. Cicerone. Mario. Minucio Rufo.
Roma aveva certezza che in caso di pericolo, ovvero in caso di attacco annibalico, avrebbe potuto contare sulle altrei poleis italiche? l’Urbe ancora non poteva sapere se avrebbe potuto contare sulle città a lei sottomesse da ancora troppo poco tempo. non si sa. Si perché quelle poleis italiche erano state sottomesse ormai da tempo immemore. Certamente.
Quali furono le fazioni della guerra sociale? Marsi e Sanniti, gli Etruschi anche si unirono a loro. Marsi e Sanniti, gli Etruschi vollero partecipare e si stabilì come capitale Bisanzio. Non ci furono fazioni particolari era un tutti contro Roma. Marsi e Sanniti, gli Etruschi si tennero in disparte. La federazione italica si diede un esercito con due comandanti e un'assemblea come il Senato, scelse come capitale Corfinio.
Cosa significa 'guerra sociale'? Guerra dei socii di Giugurta. Guerra dei socii cioè degli alleati di Cesare. Guerra dei socii cioè degli alleati. nulla di particolare.
Cosa accadde nel 95 a.C. a Roma? Silla divenne pontifex maximus. Silla divenne tribuno della plebe. Silla divenne tribuno della plebe. Nel 95 Crasso e Scevola fecero approvare una legge per dare la cittadinanza romana ai popoli italici,.
Cosa stabiliva la legge di Saturnino? Il tribuno della plebe Saturnino, infatti, con la legge agraria del 103 dava ai veterani delle campagne di Mario 25 ettari di terra a testa in Numidia. Saturnino aveva ratificato una legge frumentaria utilizzata solo da Giugurta. Saturnino non aveva ratificato nessuna legge. Saturnino aveva ratificato una legge frumentaria solo per il senato.
Chi aveva ottenuto vittorie contro i Cimbri e i Teutoni? Cicerone. Mario. Silla. Pompeo.
Cosa stabilì il senato romano dopo i fatti di Cirta? Il senato, spinto dai liberti fece delle operazioni militari nel 111 ma senza nessun buon esito. Il senato, spinto dai cavalieri fece delle operazioni militari nel 111 ma senza nessun buon esito. Scauro, d’altronde, difendeva la linea dura contro il re numida. Nessuna delle risposte precedenti è esatta. Nulla.
Cosa avvenne nel 112 a.C. a Cirta? Giugurta, presa Cirta, vi massacrò tutti gli italici presenti. Silla, presa Cirta, ma liberò tutti gli italici presenti. Mario, presa Cirta, vi massacrò tutti gli italici presenti.
Cosa accadde alle leggi di Gaio Gracco? Nessuna risposta è esatta. Le leggi di Caio Gracco non vennero abolite. Le leggi di Caio Gracco vennero abolite. Le leggi di Caio Gracco nonostante tutto vennero solo in parte abolite.
Cosa avvenne nel 154 a.C.? i Liguri assediarono nuovamente Marsiglia e le sue colonie Antibes e Nizza Roma si precipitò nuovamente in aiuto della città provenzale. i Sanniti assediarono nuovamente Marsiglia e le sue colonie Antibes e Nizza Roma si precipitò nuovamente in aiuto della città provenzale. I Marsi assediarono nuovamente Marsiglia e le sue colonie Antibes e Nizza Roma si precipitò nuovamente in aiuto della città provenzale. Non avvenne nulla.
Come Silla ottenne potero assoluto? Grazie alla legge agraria licenziata da Tiberio Gracco. Grazie alla legge agraria licenziata da Caio Gracco. Grazie alla lex valeria de Silla dictator. Silla non ottenna mai il potere assoluto.
In cosa la costruzione sillana dello stato si discosta rispetto ai modelli del passato? nessuna della altre risposte è pertinente. Fu Mario a voler organizzare un nuovo modello statuale. Silla non fece nulla del genere nel senso che di tutto si occupò meno che di creare un nuovo modello di stato. In termini di poteri, l’indeterminatezza nella durata e l’estensione, la finalizzazione stessa mirante a una generale restaurazione dell’ordine politico.
Cosa ne fu dei beni dei segnalati dalle liste di proscrizione di Silla? Nulla. I loro beni furono espropriati , essendone una parte consistente assegnata a colui che avesse denunciato il singolo proscritto, e la loro stessa vita lasciata alla mercé di ogni assassino legalizzato. Le risposte precedenti sono errate. Se i beni furono espropriati il proscritto poteva avere però la vita salva.
Quando Mitridate riprese la sua politica espansionistica? Nell'88 a.C. Mitridate cercava di occupare parte dell'Asia a sfavore di due città legate a Roma: Bitinia e Cappadocia, suscitando una rivolta antiromana. Nel 100 a.C. Mitridate cercava di occupare parte dell'Asia a sfavore di due città legate a Roma: Bitinia e Cappadocia, suscitando una rivolta antiromana. Nel 10 a.C. Mitridate cercava di occupare parte dell'Asia a sfavore di due città legate a Roma: Bitinia e Cappadocia, suscitando una rivolta antiromana. Mai.
Mario andò in Oriente contro Mitridate? In effetti no perché Mitridate e lui erano amici. Nessuna delle risposte precedenti è esatta. Mario nel 99 compì quindi una missione in Oriente con una linea durissima nei confronti di Mitridate, mostrando chiaramente di essere favorevole a una soluzione drastica della questione asiatica. Mai.
Chi a Roma emanò liste di proscrizione? Silla. Cesare. Pompeo Tiberio Gracco.
Cosa fece Mario quando Silla andò a combattere contro Mitridate? Silla morì prima di poter combattere contro Mitridate anche se aveva comunque organizzato una campagna contro di lui. Nessuna delle risposte precedenti è esatta. Silla non combatté mai contro Mitridate. Tornato Silla in Oriente per dirigere la guerra contro Mitridate, Mario ritornò in città, uccise i suoi oppositori e si impose console per la settima volta.
Fino all'elevazione di Mitridate Eupatore come re del Ponto come aveva gestito Roma le zone orientali del suo imperium? nessuna delle altre risposte presenti è esatta Roma in realtà si era disinteressata dell'Oriente. Roma aveva sempre tentato di imporre colà l'imperium di un console. Fino a quel momento Roma aveva favorito in quella zona la coesistenza di molti piccoli Stati, limitandosi a vegliare che nessuno ne realizzasse l’Unità.
La missione del 99 a.C. di Mario in Oriente cosa avrebbe dovuto significare? Il suo interesse per le zone costiere dell'Asia minore, zone come Alicarnasso. Nulla in particolare Come egli fosse favorevole a una soluzione drastica della questione asiatica. Il suo disinteresse per le zone costiere dell'Asia minore, zone come Bodrum.
Cosa dovette affrontare Publio Sulpicio Rufo negli anni 90 del I secolo a. C. a Roma? Nulla di particolare se non il problema degli incendi. I soliti problemi di una grande città ma nulla di più. Ebbe il privilegio di amministrare l'Urbe in un periodo di notevole ricchezza materiale dovuta ai successi delle guerre affrontate da Roma. Publio Sulpicio Rufo si trovò ad affrontare un complessivo impoverimento dello Stato romano, dovuto alla guerra sociale e a quella in oriente contro Mitridate.
Chi fu Cinna e cosa gestì? A Mediolanum tutti furono sereni per l'insediamento di Cinna quale quaestor urbis. Furono tutti felici per la morte di Silla, Cinna incluso; egli infatti avrebbe gestito l'erario romano. Dopo la morte di Mario si insediò a Roma un governo popolare con a capo un generale dell'oligarchia: Cinna. Cinna era un povero abitante i sobborghi orientali di Roma.
Le liste di proscrizione sillane appartengono alle leggi giuste e 'costituzionali'? nulla di tutto ciò. Esse sono leges fuori legge perché un cittadino romano poteva essere punito dalla legge in casi gravi e solo in casi eccezionali poteva venire punito con la morte. Esse furono leggi che rientravano nella normale dialettica interna. Esse furono leggi gravissime.
Cosa accadde di significativo nel 53 a.C.? Nel 53 a.C., nella battaglia di Carre, le legioni romane furono annientate e Crasso fu catturato e ucciso. Una eclissi lunare ricordata dai celeberrimi re Magi. Nulla di particolare. Una eclissi solare ricordata dai celeberrimi re Magi.
Cosa accadde nelle Gallie nel 52 a.C.? Nel 52 a.C. la Gallia fu sconvolta da una grande rivolta guidata da Arminio, re degli Arverni. Nel 52 a.C. la Gallia fu invasa dalle truppe dei Germani guidate da Vercingetorige, re degli Eruli. Nessuna delle risposte precedenti risulta esatta completamente. Nel 52 a.C. la Gallia fu sconvolta da una grande rivolta guidata da Vercingetorige, re degli Arverni.
Grazie a cosa Cesare riuscì a porre l'assedio di Alesia? Cesare grazie alla superiorità militare romana, riuscì a chiudere Vercingetorige ad Alesia, ma fu assediato dai soccorritori. Cesare grazie alla superiorità militare romana, riuscì a chiudere il capo dei druidi galli ad Alesia, ma fu assediato dai soccorritori. Cesare grazie alla superiorità militare romana, riuscì a chiudere Arminio a Lutetia, ma fu assediato dai soccorritori. Cesare grazie alla superiorità militare romana, riuscì a chiudere Tibatto a Berlino, ma fu assediato dai soccorritori.
Quando era nato Giulio Cesare e da quale famiglia? G Giulio Cesare era nato a Roma nel 120 a.C. da una famiglia aristocratica ormai decaduta. G Giulio Cesare era nato a Roma nel 101 a.C. da una famiglia di liberti in forte ascesa. G Giulio Cesare era nato a Roma nel 101 a.C. da una famiglia aristocratica ormai decaduta. Nessuna delle tre risposte precedenti è esatta.
Perché Pompeo volle stringere un accordo con Cesare in occasione del primo triumvirato? Perché Cesare aveva la capacità di controllare le decisioni dei comizi e godeva dell’appoggio dei popolari. Perché Cesare aveva trionfato nelle Galliae. Perché Cesare aveva sconfitto i pirati. Perché Cesare aveva trionfato in Germania.
Cosa prevedeva il primo triumvirato? Nessuna delle tre risposte precedenti, benché prolisse, è esatta. Cesare eletto console nel 59 a.C., avrebbe fatto approvare la distribuzione di terra ai veterani e ratificare la sistemazione delle province orientali voluta da Pompeo; una nuova legge avrebbe favorito i pubblicani, sostenitori di Crasso, consentendo loro un maggiore guadagno sulla riscossione delle imposte. Infine Cesare dopo l’anno del consolato, avrebbe dovuto rivestire per cinque anni la carica di proconsole della Gallia Cisalpina. Che Cesare conquistasse la Gallia Cisalpina. Che Cesare conquistasse l'Egitto.
Perché, in occasione della stipula del I° triumvirato Cesare destò stupore nella scelta della Gallia Cisalpina come territorio da controllare? La Gallia Cisalpina era un territorio periferico e non sembrava potesse essere foriero di chissà quali fortune. Dunque Cesare poteva essere considerato fuori dai grandi giochi di potere. La Gallia Cisalpina nonostante fosse un territorio periferico sembrava potesse essere foriero di notevoli fortune. Dunque Cesare poteva essere considerato il degno erede di Silla. La Gallia Cisalpina era un territorio centrale (appena a nord del Pomerium) e sembrava potesse essere foriero di notevoli fortune. Dunque Cesare poteva essere considerato un abilissimo politico. Nessuna delle tre risposte precedenti è esatta.
Cosa sperava di perseguire in Gallia Cesare? La gloria militare che già aveva arriso a Pompeo. Nessuna delle tre risposte precedenti è esatta. Una vita agiata e serena. Di diventare l'amante di Cleopatra.
In assenza di Cesare chi a Roma stava guidando i Populares? Pompeo. Cicerone. Marco Antonio, suo luogotenente nella guerra contro i pirati. A Roma, in assenza di Cesare, la guida dei popolari era stata assunta da Publio Clodio, un tribuno della plebe che organizzava bande armate e aveva fatto approvare una legge che puniva chi avesse condannato cittadini romani senza processo.
Dopo il 58 a.C. a chi l'aristocrazia romana si avvicinò? L’aristocrazia senatoria si rivolse a Pompeo per riceverne protezione. Nessuna delle tre risposte precedenti è esatta. A Cicerone. L’aristocrazia senatoria si rivolse a Crasso per riceverne protezione.
Quale fu uno dei primi passi di Pompeo dopo che l'aristocrazia romana gli fece sentire il suo appoggio? Pompeo fece richiamare Serse dall’esilio per godere del suo appoggio. Pompeo fece richiamare Cicerone dall’esilio. Pompeo fece richiamare Silla dall’esilio. Pompeo fece richiamare Crasso dall’esilio.
Tornato dal suo esilio, nel 57 a.C., cosa propose Cicerone? Su proposta di Cicerone, Cesare ebbe l’incarico di occuparsi per cinque anni dell’annona, rifornendo di viveri Roma in un periodo di carestia. Nessuna delle due risposte precedenti è esatta. Su proposta di Cicerone, Pompeo ebbe l’incarico di occuparsi per cinque anni dell’annona, rifornendo di viveri Roma in un periodo di carestia. Su proposta di Cicerone, Crasso ebbe l’incarico di occuparsi per cinque anni dell’annona, rifornendo di viveri Roma in un periodo di carestia.
Fu rinnovato il primo triumvirato? Si ma solo per qualche mese. Per bilanciare gli incarichi e realizzare un reciproco controllo, i triumviri rinnovarono l’accordo a Lucca, nel 56 a.C. No, mai. Nessuna delle tre risposte precedenti è esatta.
Quali furono gli accordi presi a Lucca nel 56 a.C.? Nulla di particolare. Che Cesare poteva rientrare in Italia per andare in Egitto a conquistarlo. Cesare avrebbe governato le Gallie per altri cinque anni; Pompeo e Crasso dopo essere stati eletti consoli nel 55 a.C., avrebbero governato rispettivamente la provincia di Spagna e di Siria. Il senato era escluso da ogni decisione. Nessuna delle risposte precedenti è esatta.
Di fatto cosa stabiliva l'accordo di Lucca del 56 a.C.? L’accordo di Lucca, in buona sostanza, premise a Cesare di conquistare davvero le Galliae e sancì il definitive accantonamento del senato dalle decisioni per l’imperium romano. Il senato non si riprese più se non dopo il 476 d. C. quando ormai si era in epoca barbara. Che ormai il senato era nelle mani di Cicerone. Che ormai il senato contava poco. Nessuna delle risposte precedenti è esatta.
Cosa fece Cesare nel 55 a.C.? Cesare, rientrato in Gallia nel 55 a.C., cacciò due tribù germaniche sconfinanti organizzando spedizioni militari per la conquista della Britannia. Nessuna delle risposte precedenti è esatta. Trascorse un'estate serena. Cesare andò in Germania.
Quando la Gallia divenne provincia romana? Nel 51 a.C. la Gallia divenne provincia romana e Ottaviano festeggiò il suo trionfo a Roma. Nel 51 a.C. la Gallia divenne provincia romana e Augusto festeggiò il suo trionfo a Roma. Nessuna delle risposte precedenti è esatta. Nel 51 a.C. la Gallia divenne provincia romana e Cesare festeggiò il suo trionfo a Roma.
Quando Crasso andò in Oriente e per affrontare chi? Crasso nel 54 a.C. organizzò una spedizione anti partica. Crasso nel 54 a.C. organizzò una spedizione anti giudea. Nessuna delle risposte precedenti è esatta Crasso nel 54 a.C. organizzò una spedizione anti siriana.
Cosa avvenne nel 48 a.C. a seguito dello scontro di Durazzo? Nel 48, Cesare raggiunge Pompeo nelle regioni orientali, dove questi lo attende assieme a parte del Senato (quella che, fuggita con lui da Roma, lo ha aiutato a prepararsi ad affrontare la guerra). Le ostilità si svolgeranno principalmente in Epiro. In una prima battaglia, quella di Durazzo, Cesare uscirà sconfitto, rischiando quasi di perdere la guerra. Non accadde nulla di significativo. Cesare vinse la battaglia. Cesare pareggiò la battaglia ma si riorganizzò per poi perderla.
Quando venne ucciso Cesare? Alle Idi di Marzo del 44 a.C. Cesare venne ucciso. Alle Idi di Marzo del 42 a.C. Cesare venne ucciso. Alle Idi di Marzo del 40 a.C. Cesare venne ucciso. Alle Idi di Marzo del 44 a.C. Vercingetorige venne ucciso.
Cosa venne stabilito dal senato nel 44 a.C.? Nel 44 Antonio fu proclamato DITTATORE PERPETUO. Nel 44 Ottaviano fu proclamato DITTATORE PERPETUO. Nel 44 Cesare fu proclamato DITTATORE PERPETUO. Nel 44 Cesare fu proclamato Augustus.
Quali furono le riforme di Cesare sino al 49 a.C.? Nel 49 Cesare aveva messo insieme un numero vastissimo di riforme: concesse il perdono e il richiamo in patria a tutti gli esuli e condannati; accordò facilitazioni ai debitori; estese il diritto di cittadinanza romana agli abitanti della Traspadania; il Senato fu portato a 900 membri. Nessuna riforma in particolare ma diminuì i senatori. Nessuna riforma in particolare ma andò in Egitto. Nessuna riforma in particolare ma tornò nelle Gallie per rafforzare la sua conquista.
Cosa avvenne dopo la battaglia di Farsalo? Pompeo fugge in Egitto, chiedendo asilo e rifugio a Tolomeo XIII, sovrano di tale stato assieme alla sorella Cleopatra, nonchè suo alleato politico (quantomeno fino a prima della sconfitta). Ma, anziché ricevere aiuto e solidarietà, egli viene assassinato a tradimento per ordine dello stesso Tolomeo. Cesare scappò in Egitto. Antonio scappò in Egitto. Ottaviano scappò in Egitto.
Chi vinse la battaglia di Farsalo del 48 a.C.? Cesare. Tolomeo Pompeo Ottaviano.
Attraversato il Rubicone e giunto a Roma cosa fece Cesare? Cesare pianificò un attentato contro Pompeo. Appena giunto a Roma, Cesare tenta infatti un riavvicinamento col Senato, cercando di giustificare il proprio precedente operato e garantendo la revoca di molti dei passati provvedimenti dei popolari (dei quali Cesare è il principale esponente politico), provvedimenti che decretano tra l'altro la cancellazione sommaria dei debiti: veri e propri 'attentati' contro la proprietà fondiaria. Cesare chiese a Tolomeo di Egitto di fargli conoscere la sorella Cleopatra. Cesare si riposò per organizzare, subito dopo, il conflitto contro i pompeiani.
Cosa avrebbe significato il passaggio del Pomerium in armi? Una guerra sociale. Una guerra contro i Galli. Una guerra contro i Parti. Una guerra civile.
Cosa fece Cesare nel 49 a.C.? Cesare volendo tutelare la sua dignità e l’autorità dei tribuni della plebe, alla testa di una legione varcò il Rubicone. Si fermò sul Rubicone e attese ulteriori decisioni del senato. Andò in Egitto a svernare. Nessuna delle risposte precedenti è esatta.
Quale decisione prese il senato romano nel 49 a.C.? Nel gennaio del 49 a.C. il senato ingiunse a Pompeo di rinunciare al comando ed emanò un senatus consultum ultimum, con il quale affidava al giovane Ottaviano la difesa della repubblica. Nel gennaio del 49 a.C. il senato ingiunse a Cesare di rinunciare al comando ed emanò un senatus consultum ultimum, con il quale affidava a Pompeo la difesa della repubblica. Nel gennaio del 49 a.C. il senato ingiunse a Pompeo di rinunciare al comando ed emanò un senatus consultum ultimum, con il quale affidava a Cicerone la difesa della repubblica. Nel gennaio del 49 a.C. il senato ingiunse a Pompeo di rinunciare al comando ed emanò un senatus consultum ultimum, con il quale affidava a Cesare la difesa della repubblica.
Cosa avvenne a Roma dopo la morte di Crasso? Cosa avvenne a Roma dopo la morte di Crasso? Dopo la morte di Crasso, Pompeo si trovò da solo a fronteggiare il prestigio che Cesare aveva conquistato in Gallia, mentre il senato, che temeva Cesare e il suo esercito, cercò un modo per togliergli ogni comando riducendolo a privato cittadino. Nulla. Pompeo sconfisse Cesare.
Intorno al 53 a.C. le istituzioni repubblicane esistevano ancora a Roma ed erano nel pieno della loro forza? Le istituzioni repubblicane continuavano ad esistere ma si stavano svuotando di ogni potere. Ormai non esisteva più la repubblica romana. Ormai non esisteva più la repubblica romana. Le istituzioni repubblicane continuavano ad esistere e avevano un enorme potere.
Cosa comportò la sconfitta di Carre? Nulla di significativo. Essa portò il blocco dell’espansione romana ad oriente. Che i Romani non invasero più la Turchia. Che i Romani non invasero più la Bessarabia.
Chi era Licinio Crasso? Nessuna delle tre risposte precedenti è esatta. M. Licinio Crasso era un generale che apparteneva al ceto dei liberti. M. Licinio Crasso era una simpatica persona che apparteneva al ceto senatorio. M. Licinio Crasso era un ricco personaggio che apparteneva al ceto equestre.
Cosa significò per Cicerone il patto del secondo triumvirato? Che lui poté appoggiare liberamente Ottaviano. Che lui poté appoggiare Antonio. La sua morte nulla di particolare.
Quali le speranze di Cicerone e del Senato dopo l'uccisione di Cesare? Sia Cicerone che il Senato avevano perso la speranza di riproporre l'antica Res publica romana. Cicerone e il Senato speravano di ricostruire la repubblica sfruttando la rivalità degli eredi di Cesare, approfittando quindi dell’appoggio militare di Ottaviano. Cicerone e il Senato andarono in esilio volontario. Cicerone e il Senato furono costretti all'esilio.
Cosa comportò nell'immediato la lettura del testamento di Cesare da parte di Antonio? Cicerone fuggì da Roma Ottaviano arrivò a Roma per poi andarsene di nuovo. I congiurati fuggirono da Roma. Antonio fuggì da Roma. .
Dopo la lettura del testamento di Cesare che nome assunse Ottaviano? Ottaviano in Cesare. Gaio Giulio Cesare Ottaviano. Cesare Ottaviano Augusto. Rimase semplicemente Ottaviano.
Dopo l'assassinio di Cesare cosa fece Decimo Bruto? Decimo Bruto rifiutò di cedere la Pannonia; a quel punto il senato accusò Antonio di tramare contro lo stato ed inviò l’esercito in soccorso di Bruto. Decimo Bruto rifiutò di cedere la Dacia; a quel punto il senato accusò Antonio di tramare contro lo stato ed inviò l’esercito in soccorso di Bruto. Decimo Bruto rifiutò di cedere la Dacia; a quel punto il senato accusò Antonio di tramare contro lo stato ed inviò l’esercito in soccorso di Bruto. Decimo Bruto rifiutò di cedere la Gallia Cisalpina; a quel punto il senato accusò Antonio di tramare contro lo stato ed inviò l’esercito in soccorso di Bruto.
Chi rimase folgorato dall'incontro con Berenice e quando? Nessuno di importante. Cesare in Egitto Nel 68 a.C., si diceva, Tito aveva incontrato Berenice e in lei stavano aumentando vieppiù le simpatie per il neonato cristianesimo. Nel 68, si diceva, Tito aveva incontrato Berenice e in lei stavano aumentando vieppiù le simpatie per il neonato cristianesimo.
Come venne considerata dai contemporanei Berenice? Nessuno di speciale. Una novella Clodia. Una novella Cleopatra. Una novella Agrippina.
Quali furono i generali che si affrontarono nel cosiddetto longus et unus annus? Pompeo, Otone, Vitellio e Vespasiano. Galba, Otone, Marco Antonio e Vespasiano. Galba, Otone, Vitellio e Vespasiano. Galba, Otone, Vitellio e Vespasiano.
Quando morì Domiziano? Nessuna delle tre risposte è esatta Nel 101 a.C. Nel 202 a.C. Nel 96 d.C. cadde vittima di una congiura e il senato, dopo la sua morte, decretò la damnatio memoriae:.
Domiziano affrontò mai un problema di politica internazionale in Dacia? Nel 85 d.C. si andò profilando il problema della Dacia: dovette stipulare una pace con re Decebalo che era riuscito a unificare le varie tribù e rendersi sufficientemente potente da porre problemi concreti ai Romani. No mai. La Dacia, come è universalmente noto, fu conquistata da Traiano Nessuna delle tre risposte precedenti è esatta No mai.
Cosa fece costruire Domiziano nella campagna militare contro i Chatti? Egli iniziò la costruzione di grandi accampamenti militari nei limes; per aumentare maggiormente la difesa dei confini, Domiziano fece costruire delle mura che partivano da un accampamento e finivano in un altro. Iniziò la costruzione della futura Dresda Nulla Iniziò la costruzione della futura Berlino.
Quali le caratteristiche di Vespasiano secondo Tacito? Vespasiano fu considerato un ottimo amministratore. Tacito non parla di Vespasiano bensì di Domiziano. Tacito non parla di Vespasiano bensì di Tito. Tacito non parla di Vespasiano bensì di Agricola.
Chi inaugurò, de facto, la dinastia dei Flavi? Domiziano nel 23 a.C. Vespasiano nel 69 d.C. Tito nel 79 d.C. nessuno.
Dopo il suicidio di Nerone ci fu una guerra civile a Roma? si no No, anzi tutti furono sollevati per la morte del tiranno e ci fu un periodo di pace nessuna delle tre risposte è corretta.
Chi erano Galba e Otone? Nessuna delle tre risposte precedenti è esatta Due imperatori che si succedettero tra il 68 e il 69 a.C. Due avventurieri Due bacaudae.
Chi era Berenice? Berenice, figlia di Agrippa I, sorella del re Erode Agrippa II. Berenice era la sorella di Tito Livio. Berenice era la sorella di Tito. Berenice era la sorella di Traiano.
A chi venne affidato il principato dopo Domiziano? A Traiano. al fratello Tito. A Nerva. A Vespasiano.
Quali erano le peculiarità che facevano sì che un imperatore venisse scelto nel secolo II? non è più necessario che salga al trono un figlio dell’Imperatore ma piuttosto una persona precedentemente designata con capacità di uomo politico. fondamentale che appartenga alla dinastia flavia. solo questioni dinastiche. fondamentale che questo appartenga alla dinastia giulio claudia.
Chi agli inizi del secolo V dell'era cristiana riuscì a riportare tranquillità in Gallia? onorio costanzo costantino III massimo.
Chi sconfisse Geronzio, Costantino III e Massimo? simmaco alarico flavio costanzo stilicone.
Su chi aveva il comando Massimino il Trace quando venne nominato imperatore? sull'esercito sul tigri sull'esercito in pannonia sull'esercito sul tevere sull'esercito sull'eufrate.
L'elezione imperiale di Massimino il Trace da chi fu ratificata? dai pretoriani ma on dal senato dai pretoriani e dal senato solo dal senato da nessuno e infatti fu un'esperienza di brevissima durata.
Massimino il Trace poté divenire imperatore grazie a cosa? dopo che Caracalla aveva concesso la cittadinanza romana ai nati liberi nel territorio dell'impero per puro caso dopo il decreto di Settimio Severo che aveva concesso la possibilità di divenire ufficiali anche a semplici soldati che si fossero distinti in battaglia, e dopo che suo figlio Caracalla aveva concesso la cittadinanza romana ai nati liberi nel territorio dell'impero dopo il decreto di Settimio Severo che aveva concesso la possibilità di divenire ufficiali anche a semplici soldati che si fossero distinti in battaglia.
Il senato come reagì alla nomina di Massimino il Trace? organizzò tentativi per liberarsene ne fu contento accettò di buon grado la nomina di un soldato pronto a difendere l'impero dai barbari nessuna delle tre risposte precedenti è esatta.
La rivolta africana che portò alla nomina dei Gordiani come imperatori fu programmata? no, tanto è vero che le restanti province imperiali rimasero fedeli a Massimino il Trace si come ogni rivolta riuscita no anzi fu del tutto casuale ma subito si propagò in tutto l'impero si come ogni rivolta africana.
Da chi i Gordiani videro ratificare la loro nomina ad imperatori? dal senato che contrastava l'operato di Massimino il Trace solo dai militari da nessuno e questo fu per loro un gravissimo problema dai cavalieri, la classe cui appartenevano.
Perché in Africa venne proclamato imperatore Gordiano I? per difendersi dai barbari per difendersi dai berberi per una rivolta popolare per un grave episodio di estorsione perpetrato da esattori contro i proprietari terrieri locali.
Massimino il Trace era persona raffinata? si e si distinse per la sua cultura africana si e si distinse per la sua cultura occidentale si e si distinse subito per la sua profonda cultura orientale no era un rozzo soldato.
Quali confini furono resi sicuri da Massimino il Trace? le frontiere africane insidiate dai berberi le frontiere tra hispania e gallia le frontiere italiche le frontiere con la germania.
Il furto come veniva considerato inizialmente dalla Chiesa? in taluni casi non certo un peccato un peccato veniale da evitare un peccato mortale una cosa buona.
Dove i Romani preferirono i barbari a Roma? in italia con gli ostrogoti nella gallia centrale con i burgundi in hispania con gli suebi in britannia con i sassoni.
Come venivano utilizzata le entrate fiscali nella tarda antichità? soprattutto per le gallie soprattutto per la hispania sostanzialmente per roma sostanzialmente per le province.
Infine Roma sconfisse i briganti? si si, con Pompeo si, con Cesare mai essendo un fenomeno insito nella società.
Cosa sono le bacaudae? rivolte contadine organizzate e eseguite dalla plebe rurale nessuna delle tre risposte precedenti una rivolta di schiavi rivolte contadine organizzate e eseguite dai domini.
Essere chiamato latro era un insulto per un romano? si, un insulto grave no qualche volta. si, un insulto modesto.
In che periodo i briganti poterono agire pressocché indisturbati? durante le guerre sociali durante le guerre civili mai sempre.
Le azioni dei briganti cosa minacciavano? nulla i commerci i movimenti dell’esercito i movimenti dell’esercito.
Il banditismo come veniva considerato dai Romani? era un fastidio in realtà non lo si combatteva alla stregua di una calamità naturale si combatteva senza mitizzarlo.
Da cosa veniva certificata la frequenza degli assalti dei latrones? erano fatti sostanzialmente ignorati dagli epitaffi lungo le strade da epigrafi sui monumenti pubblici da epitaffi ed epigrafi che testimoniano quei fatti.
Da dove provenivano spesso molti briganti? dalla società civile dalle file dell'ordine equestre dalle file dei senatori dalle file dell'esercito.
Chi accusava Salviano di Marsiglia di comportarsi come tiranni? i funzionari di grado inferiore nessuna delle tre risposte precedenti è esatta sia i funzionari di grado superiore che i loro sottoposti nessuno. tutti i funzionari svolgevano onestamente il loro compito nessuno. tutti i funzionari svolgevano onestamente il loro compito.
Chi inviò Diocleziano per sconfiggere i bacaudae? Massimiano Galerio Carusio Bonoso.
Quante fasi della bacauda si contano? due. La prima nel secolo III e la seconda nel IV due. La prima nel secolo IV e la seconda nel V nessuna delle tre risposte precedenti due. La prima nel secolo III e la seconda nel V.
Come descrive Mamertino i bacaudae del secolo V? come monstri biformia, contadini, pastori, fanti e cavalieri come chierici disperati nel vedere la povertà così diffusa come nobili disperati non li descrive.
Nella seconda fase della bacauda dove si combattè? nessuna delle tre risposte precedenti In Britannia e Gallia In Britannia e Hispania In Gallia e Hispania.
Cosa desideravano i bacaudae del secolo V? non volevano i barbari ma nemmeno roma volevano roma e non i barbari volevano cadere sotto i barbari piuttosto che subire le vessazioni romane nessuna delle tre risposte precedenti è esatta.
Oltre a Orosio quale fonte abbiamo della bacauda ispanica del secolo V? idazio isidoro di siviglia, fonte di prima mano leandro di siviglia solo orosio.
Chi fu Basilio? il leader dei bacaudae in armorica il leader dei bacaudae della baetica il leader dei bacaudae di madrid il leader dei bacaudae di tarraco.
Quale zona della Hispania subì rivolte bacaudiche nel secolo V? la baetica la valle dell'ebro la zona intorno a toledo la zona intorno a madrid.
Chi fu Tibatto? colui che guidò la rivolta bacaudica in hispania colui che guidò la rivolta bacaudica in armorica colui che guidò la rivolta bacaudica in germania colui che guidò la rivolta bacaudica in britannia.
Quale episodio bacaudico avvenne in Armorica? avvenne un tentativo di ribellione anti romana nessun episodio bacaudico, essendo l'armorica in germania nessun episodio bacaudico, essendo l'armorica in asia nessun episodio bacaudico, essendo l'armorica in pannonia.
I bacaudae del secolo V si racconta non avessero un'organizzazione centralizzata? avevano un'organizzazione centralizzata si, anzi erano piccoli gruppi autonomi avevano un'organizzazione centralizzata e diversi comandanti subalterni nessuna delle tre risposte precedenti è esatta.
Il clero delle Galliae condannò totalmente il movimento bacaudico del secolo V? si, soprattutto salviano di marsiglia salviano di marsiglia si mostrò piuttosto comprensivo nei confronti dei rivoltosi no escluso salviano di marsiglia si.
Che episodio si racconta dei bacaudae del secolo V in azione sulle alpi? essi bloccarono saro sulle alpi giulie essi sconfissero attila essi bloccarono saro sulle alpi marittime essi sconfissero alarico.
La chiesa tardoantica fu in grado di offrire aiuto ai disperati? si, ma solo in alcuni casi eccezionali no, sebbene si fosse diffusa molto no, mai si.
In cosa Carausio non ebbe scelta? nell'imporsi quale imperatore nell'imporsi quale sostenitore di Massimino nell'imporsi quale aiutante di Diocleziano nell'imporsi quale fedele suddito dell'impero.
Chi sostenne Carausio nel suo allontanarsi da Roma? i Sassoni la nobiltà britanna i contadini britanni la cavalleria britanna.
La chiesa tardo antica giustificava i misfatti quando c’era manifesta povertà? si ma senza criticare la repressione statale considerata giusta mai mai, era sempre rispettosa dello stato mai, era sempre rispettosa dello stato.
Chi fu a stabilire la Tetrarchia? Gordiano III Teodosio Costanzo Diocleziano.
Quale imperatore romano ammise anche il dio cristiano nel Pantheon romano? Augusto Teodosio Costantino Nerone.
Chi fu l’acerrimo rivale di Costantino? Massimiano Massenzio Diocleziano Giuliano l'Apostata.
Che città fondò Costantino o meglio rifondò? Bisanzio Ravenna Vindobona Burdigala.
Quale imperatore impose un ritorno al paganesimo? Giuliano l'Apostata Nerone Costantino Teodosio.
Quale imperatore fece divenire il cristianesimo religione di stato? Teodosio Costantino Vespasiano Traiano.
Agostino di Ippona come si poneva di fronte al furto? n una posizione di condanna in una posizione di condanna da mitigare in presenza di volontà di redenzione evitava di condannare in presenza di grande povertà non condannava mai.
Chi fondò il monachesimo occidentale? Benedetto da Norcia Atanasio di Alessandria san Tommaso Agostino di Ippona.
Dove nacque il monachesimo? ad Atene a Roma In oriente in Egitto.
I padri della chiesa di quale cultura erano impregnati? di cultura greca di cultura romana di cultura pagana di pazienza e carità.
Cosa stabiliva l'editto di Tessalonica? che il paganesimo sarebbe tornato ad essere religione di stato che il credo niceno sarebbe divenuto religione di stato che il credo niceno sarebbe divenuto religione di stato che il credo niceno sarebbe stato abolito.
Quando fu promulgato l'editto di Tessalonica? 380 410 392 395.
Cosa Teodosio stabilì nel 381? nessuna delle tre risposte precedenti è esatta la proibizione dei riti cristiani soprattutto se eretici l'abrogazione della schiavitù la proibizione dei riti pagani.
Con quali imperatori l’Occidente e l’Oriente si divisero definitivamente? con Cesare e Pompeo con Onorio e Arcadio con Diocleziano e Massimiano con Proculo e Bonoso.
Come il cristiano intendeva la Natura? Come il cristiano intendeva la Natura? L’ambiente però viene visto come totalmente distinto da Dio ma, nonostante ciò, non viene dissacrato L’ambiente però viene visto come totalmente distinto da Dio e, pertanto, dissacrato in nessun modo.
Chi altri dopo il 409 si ribellò nelle Galliae e si fece supportare da Alani, Burgundi e dalla nobiltà gallo romana? stilicone teodosio massenzio giovino.
Quale generale costrinse Ataulfo a riparare in Hispania? odoacre odoacre attila costanzo.
Chi fu erede di Onorio, morto nel 423? oreste valentiniano III valentiniano III arcadio.
Morto Ataufo a chi andò in sposa Galla Placidia? a alarico II a arcadio a stilicone a costanzo.
In che occasione Galla Placidia venne fatta prigioniera dei Visigoti? in occasione del sacco di roma del 410 nessuna delle tre risposte precedenti è esatta fu rapita da costanzo che se ne invaghì durante il passaggio dei visigoti in provenza fu rapita da ataulfo che se ne invaghì durante il passaggio dei visigoti in provenza.
In che occasione Galla Placidia venne fatta prigioniera dei Visigoti? fu rapita da ataulfo che se ne invaghì durante il passaggio dei visigoti in provenza fu rapita da costanzo che se ne invaghì durante il passaggio dei visigoti in provenza nessuna delle tre risposte precedenti è esatta in occasione del sacco di roma del 410.
Nel 413 quale rivolta fu costretto a sedare Costanzo? la rivolta di eracliano in africa la rivolta di massimo in africa la rivolta di ginserico in africa la rivolta di georonzio in africa.
A cosa fu elevato Massimo in Hispania nel 409? a console a senatore a imperatore a generale.
Chi sposò Ataulfo? teodolinda galla placidia ingundi nessuna delle tre risposte precedenti è esatta.
Ataulfo chi era (siamo nel 409)? un re unno un re alamanno un re suebo un re goto.
Giovino con chi altri tentò un'alleanza? con silvestro I con alarico con ataulfo con ataulfo.
Galla Placidia sposò Ataulfo per convenienza, cioè per evitare la morte o per altri motivi? ella sposò ataulfo per evitare di pagare un riscatto per la sua liberazione ella sposò ataulfo per amore ella sposò ataulfo per interesse ella sposò ataulfo per tentare un domani la fuga dal campo visigoto.
Alla morte di Teodosio chi fu preposto alla protezione dei due figli, Arcadio e Onorio? nessuno, essi erano maggiorenni Stilicone nessuno, il potere tornò al senato Alarico.
In quale anno il primo sacco di Roma? 390 455 410 411.
Chi fu Aezio? l'ultimo dei grandi generali romani l'ultimo dei grandi generali galli l'ultimo dei grandi re visigoti nessuna delle tre risposte precedenti è esatta.
Di chi era figlio Valentiniano III? nessuna delle tre risposte precedenti è esatta ingundi galla placidia lucilla.
Chi fu l’ultimo imperatore dell’impero di Occidente? Alarico Zenone Romolo Augustolo Odoacre.
Chi prendeva le decisioni in vece del giovane Valentiniano III nessuna delle tre risposte precedenti è esatta galla placidia, prima e aezio, poi un eunuco di corte di cui si ignora il nome onorio.
Denunciar test Condiciones de uso
INICIO
CREAR TEST
COMENTARIOS
ESTADÍSTICAS
RÉCORDS
Otros tests del Autor